Che ne pensate della nuova Ubuntu (12.04) ?

20 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di aksaf
aksaf
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 08/03/2011
Messaggi: 957

@Suse98 la fonte del pezzo che citi è http://www.tuxjournal.net/?p=25780 non "Canonical" Wink
Saluti.

Ritratto di furlan
furlan
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 14/10/2004
Messaggi: 147

fusoo ha scritto:

non sono d'accordo sul fatto che la via seguita da ubuntu sia quella giusta , per rendere un sistema semplice e utilizzabile da tutti occorre spesso blindarlo e limitare la scelta e le possibilita'. android insegna, se si esce dal suo walled garden diventa instabile e prende malware. io preferisco un linux professionale (suse , redhat ) ma piu semplice ,adatto ai desktop, per molti ma non per tutti per la massa c'e' windows

Ecco ma questo proprio non lo sopporto. Non volermene fusoo, non ce l'ho con te, ma in generale con l'idea che Linux debba essere di nicchia.

Sul fatto che anch'io preferisca distribuzioni più professionali, non c'è dubbio. Ma l'usabilità non deve mai essere messa in secondo piano.
Il voler lasciare a Windows la massa non fa altro che relegarci al posto in cui siamo. Qui parlo al plurale intendendo tutti noi usufruitori del software libero/oss.
Più utenti vuol dire maggior supporto, maggior hardware supportato. Tutto quello che abbiamo guadagnato finora.

Che gusto c'è ad essere una nicchia? Il fatto di essere uno dei pochi ad aver la "Conoscenza"?

Secondo me Canonical ha visto giusto, in un qual modo. L'utente medio (non lo smanettone informatico), quello che ha interesse che le cose funzionino, funzionino come vuole lui e vuol avere un bel desktop, secondo voi può essere attratto dalla shell (console - non Gnome) o dal fatto che il software è libero? Al massimo verrà attratto se si trova bene e per il fatto che è gratuito. Il resto, se vuole, verrà dopo.

Non è un caso che il sistema operativo che più è cresciuto è stato OSX, anche grazie ad un genio del marketing come Steve Jobs.

Quindi Canonical fornendo un sistema operativo usabile (parlo da utente KDE!), oltre che a poter attrarre utenti (che poi magari migrano verso altri SO liberi) rende un gran servizio a tutti gli altri usufruitori del mondo Linux.

Se uno chiede ad un qualunque non informatico: cos'è Linux? Lui cosa risponderà? Suse? Fedora? Mint?
Nella peggiore delle ipotesi "Boh!". Nella migliore Ubuntu.

Io da utente OpenSUSE e KDE, devo essere sincero, vorrei alcune idee portate su di essi:

  • un menù umano, Lancelot era una bella idea, Kickoff è una schifezza gigante;
  • un software center decente (magari con possibilità di dare il voto ai software, integrandolo con kde-look);
  • un servizio integrato per il cloud, che magari pagando ti permetta di supportare direttamente il team di sviluppo di OpenSUSE.

Spero di essere stato chiaro e non me ne vogliate troppo per il tono (devo ammeterlo) un pò arrogante.

Gianluca - furlan

Gianluca - furlan
www.morolandia.wordpress.com

Ritratto di fusoo
fusoo
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 04/08/2010
Messaggi: 230

ripeto il concetto.
per diventare semplice ubuntu ha fatto scelte che io ritengo limitanti. 1 solo de,un market che serve a mark per fare profitto , impostazioni decise dall'alto .capita pure lo stesso in windows dove hai solo un de, un solo file manager ,e se fosse per bill un unico browser.
per me la semplificazione eccessiva limita la liberta di scelta.
quando installi ubuntu cosa puoi scegliere? oltre la lingua e l'ora?
linux deve migliorare in molte cose indipendentemente dal fatto che lo usino in pochi .l'usabilita piace a tutti, io uso kde che non ha nulla da invidiare a ubuntu e win, prova ne e' che windows spesso copia da kde .
per me ci devono essere in giro tanti sistemi operativi diversi che fanno cose diverse.
per finire a ubuntu invidio solo una cosa i soldi di mark...
ciao e scusate la lunghezza

desktop,laptop,netbook con opensuse 12.3 , cell android -tv32led,ricevitore sat,videotelefono telecom,router wifi:linux inside -per il frigorifero mi sto attrezzando

Ritratto di furlan
furlan
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 14/10/2004
Messaggi: 147

Su questo siamo d'accordo.
Ma onestamente non ci vedo niente di male nel fornire un SO "limitato". In fin dei conti uno è libero di sceglierne un'altro (sempre rimanendo nel campo del software libero).
Come non ci vedo niente di male che Mark e la sua società facciano soldi. Non si vive di sole utopie.

Gianluca

Gianluca - furlan
www.morolandia.wordpress.com

Ritratto di Gollum
Gollum
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 03/03/2005
Messaggi: 802

furlan ha scritto:

Ecco ma questo proprio non lo sopporto. Non volermene fusoo, non ce l'ho con te, ma in generale con l'idea che Linux debba essere di nicchia.
Sul fatto che anch'io preferisca distribuzioni più professionali, non c'è dubbio. Ma l'usabilità non deve mai essere messa in secondo piano.


In generale invece a me sembra che si faccia una certa confusione tra quello che è Linux e le distro che lo incorporano, su cui sono basate e la loro filiosofia ( qui mi fermo perchè altrimenti bisogna istituire un intero parlamento per approfondire tale affermazione ) Timeout . L'usabilità poi è una parola che troppo spesso viene sparata ai quattro venti per definire un qualcosa che per molte distribuzioni ormai non è più vero e che non può essere intesa solo per come sono disposti menù e icone dal loro colore, ma dal software che viene messo a disposizione di qualsiasi utente non solo quello finale.

furlan ha scritto:

Più utenti vuol dire maggior supporto, maggior hardware supportato.


È vero fino ad un certo punto ed in ogni caso le distro con tale supporto ci sono e le conosci pure, solo che devi pagare per averle. E non mi sto riferendo solo a Windows.

furlan ha scritto:

Tutto quello che abbiamo guadagnato finora


Tutto quello che abbiamo guadagnato ora non lo dobbiamo certo alla maggior parte di case produttrici di hardware ( che spesso non vogliono rilasciare i codici dei loro sorgenti se non vi è un contratto commerciale dietro), ma alle persone che hanno speso il loro tempo libero ( anche gratis oltre che per passione ) per implementare il kernel linux con tutti quei driver che oggi ci permettono di far funzionare buona parte del nostro hardware. La cosa buffa ( e questo lo dico per conoscenza ) è che gli utenti che usano Windows quando spendono i loro soldi a volte si ritrovano hardware che non funziona se prima non installi il benedetto software contenuto nel cd. E questo a te sembra un Os evoluto?

furlan ha scritto:

Il voler lasciare a Windows la massa non fa altro che relegarci al posto in cui siamo. Qui parlo al plurale intendendo tutti noi usufruitori del software libero/oss.


Su questo non posso darti torto perchè in alcuni settori Linux ancora non compete appieno con Windows, soprattutto per quanto riguarda i videogames o la grafica. Questo però accade perchè la massa non ha interessi a provare niente che non sia già quello che hanno già sotto gli occhi e questo secondo me la dice lunga sulla massa.

furlan ha scritto:

Che gusto c'è ad essere una nicchia? Il fatto di essere uno dei pochi ad aver la "Conoscenza"?


E perchè no. In fondo la conoscenza si ottiene soltanto con lo studio l'impegno e il tempo che uno dedice di dedicare questo per ottenerla. Ci sono miriadi di utenti, al di là del sistema usato, che cercano di risolvere i loro problemi informandosi e rompendosi le scatole per capire perchè questa determinata cosa accade( questa secondo me è la vera nicchia ), e altri che invece ricorrono al lavoro altrui, un bell' arrivederci grazie e finita lì ( questa è la massa ). Che ci vuoi fare il mondo gira così.

furlan ha scritto:

Secondo me Canonical ha visto giusto, in un qual modo. L'utente medio (non lo smanettone informatico), quello che ha interesse che le cose funzionino, funzionino come vuole lui e vuol avere un bel desktop, secondo voi può essere attratto dalla shell (console - non Gnome) o dal fatto che il software è libero? Al massimo verrà attratto se si trova bene e per il fatto che è gratuito. Il resto, se vuole, verrà dopo.


E qualora le cose non funzionino come si deve cosa fa ? Fammi pensare... si rivolge allo "smanettone informatico" ( ho un concetto divero di questa definizione dal tuo ) che è tenuto a levarsi il classico dito dal c... al posto di uno che non gli frega niente tranne che avere le sue lucine funzionanti? E se poi non risolve niente che fa? Infama quelli che non sono costretti ad aiutarlo ( ma che devono farlo per onorare gli impegni della comunità del buon samaritano ) solo perchè gli hanno consigliato di fare prima una ricerca, sul web o sul forum, di un problema che probabilmente sarà già stato trattato?
Forse fa il giro di tutte le distribuzioni finchè non trova quella che gli risolve quel particolare problema e che magari ne crea un altro? E arrivato a questo punto secondo te cosa fa? Prende in considerazione di imparare la riga di comando? Thinking
Reinstalla Windows? Wink

furlan ha scritto:

Non è un caso che il sistema operativo che più è cresciuto è stato OSX, anche grazie ad un genio del marketing come Steve Jobs.


Più che un genio direi che è stato uno squalo, metaforicamente parlando, ( non sono un fan nè di lui nè del SO, ma mi rendo conto dell'impatto commerciale che ha avuto ) ma credo di poter dire, e a ragion veduta, che sono le mode con le loro frivolezze che permettono ad un qualcosa di crescere, tralasciando troppo spesso quali siano le reali necessità e benefici che queste debbano portare. E Mac ne è un esempio, tempo fa era un sistema adatto per i professionisti della grafica ( ad esempio) dove si è sempre dimostrato superiore grazie anche ad un Kernelcore Linux, ma adesso viene usato anche da utenti ( senza generalizzare troppo ) che non solo non hanno nemmeno la più pallida idea di quello che hanno tra le mani, ma che nemmeno si preoccupano di saperlo. Basta dire ci ho il Mac io.Sai per la grafica, le chat le mail.

furlan ha scritto:

Quindi Canonical fornendo un sistema operativo usabile (parlo da utente KDE!), oltre che a poter attrarre utenti (che poi magari migrano verso altri SO liberi) rende un gran servizio a tutti gli altri usufruitori del mondo Linux.


Se il sistema Canonical è così usabile per quale motivo gli utenti dovrebbero voler migrare verso altri free OS? Secondo me non c'è una reale ragione se non quella ( oltre la noia ) che non sia poi così usabile come tu dici e poi dove si va? Cambiano i nomi cambiano i colori ma sempre con Linux avrai a che fare con tutti i suoi pregi e con tutti i suoi pregi ma anche difetti.

furlan ha scritto:

Se uno chiede ad un qualunque non informatico: cos'è Linux? Lui cosa risponderà? Suse? Fedora? Mint?


Questo prova soltanto la totale disinformazione che c'è in giro. Io non sono un informatico, non ho idea di cosa sia Windows perchè non l'ho mai usato, ma ciò non significa che non sappia cosa sia.

furlan ha scritto:

Io da utente OpenSUSE e KDE, devo essere sincero, vorrei alcune idee portate su di essi:

un menù umano, Lancelot era una bella idea, Kickoff è una schifezza gigante;
un software center decente (magari con possibilità di dare il voto ai software, integrandolo con kde-look);
un servizio integrato per il cloud, che magari pagando ti permetta di supportare direttamente il team di sviluppo di OpenSUSE.


1-Sul primo punto non discuto sono questioni di gusti personali.
2-Il software center ce l'hai eccome integrato e funzionante ( non sempre te lo concedo ) ed è Apper. In più puoi usare anche Yast per installare i pacchetti e molto di più ancora. Sulla questione dei voti non mi esprimo perchè non ho pareri al riguardo.
3-Non l'ho mai usato perchè non ne ho bisogno, qui puoi trovare qualche info questa pagina ma non ho idea se permette di fare quello che tu intendi.

furlan ha scritto:

Spero di essere stato chiaro e non me ne vogliate troppo per il tono (devo ammeterlo) un pò arrogante.


Nessun problema, la schiettezza è sempre ben accetta come l'educazione e la voglia di apprendere qualcosa. Ricordati però che per trattare argomenti delicati come questi esistono sedi ben più adatte come la comunità di sviluppatori di openSUSE e KDE. Qui il rischio ( lo so nessuno lo fa apposta ) è soltanto quello di creare flame o discussioni basate su preferenze personali che avrebbero una utiltà solo qualora vengano inoltrate a chi di dovere.

Antonello - gollum

Desktop DELL XPS8100 => openSUSE_12.2 => KDE 4.10 => Core i7 => 3.4.28-2.20 => Nvidia GT220
Notebook Sony Vaio VPPCA =>openSUSE_12.2 => KDE 4.10 => Core i5 => 3.4.28-2.20 => AMD HD 6470M

Ritratto di Grinch
Grinch
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 05/12/2011
Messaggi: 879

Unity è unico , che piaccià o no .

Wave

Ritratto di furlan
furlan
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 14/10/2004
Messaggi: 147

Gollum ha scritto:

Qui il rischio ( lo so nessuno lo fa apposta ) è soltanto quello di creare flame o discussioni basate su preferenze personali che avrebbero una utiltà solo qualora vengano inoltrate a chi di dovere.

Parto dall'ultimo punto perchè il mio intento non era di fare flame. Solo discutere di alcune scelte.
Se il discorso è andato troppo oltre possiamo anche chiuderlo. Ma non mi sembra che sia questo il caso quindi, da parte mia
sarei per continuare.

Anche perché il bello è anche confrontarsi no?

Gollum ha scritto:


È vero fino ad un certo punto ed in ogni caso le distro con tale supporto ci sono e le conosci pure, solo che devi pagare per averle. E non mi sto riferendo solo a Windows.
...

La cosa buffa ( e questo lo dico per conoscenza ) è che gli utenti che usano Windows quando spendono i loro soldi a volte si ritrovano hardware che non funziona se prima non installi il benedetto software contenuto nel cd. E questo a te sembra un Os evoluto?

Non è del tutto esatto. Non tutte le distribuzioni supportano tutto. Ad esempio non sono mai riuscito (con nessuna) a far funzionare la webcam
sul mio vecchio portatile. Poco male, l'avrò usata poche volte anche per il breve periodo che tenni windows (per giocare si intende).
Che Windows sia evoluto no, non lo credo. Anzi! Ma che sia quella schifezza (mi riferisco al 7) che una gran parte degli utenti Linux vuol far intendere ce ne passa.

Io, ripeto per l'ennesima volta (solo per essere chiaro), che sono un amante del software libero. Credo che il software, almeno quello di massa (SO, browser, suite per l'ufficio, etc) debba essere libero (non per forza gratuito).
Ma credo anche che ognuno debba fare le sue scelte. E spesso la gente non fa la scelta migliore. Ma la scelta di comodo.

La gente (e qui mi metto nei panni dell'utente medio) compra il computer per andare su internet, per scrivere e leggere email e al massimo per scrivere qualche documento con word/writer/oquelchelè.
Di questi di usare Linux, Windows o il Mac gli interessa poco. Ok forse del Mac perchè fa figo (per questo ho etichettato Jobs come un genio del marketing). L'esempio più eclatante è mia moglie che, senza farsi mezzo problema, usa OpenSUSE - che funziona benissimo.

Alcuni sono contenti nell'usare software libero/oss. Alla maggior parte frega zero. L'importante è che funzioni.

Gollum ha scritto:


Tutto quello che abbiamo guadagnato ora non lo dobbiamo certo alla maggior parte di case produttrici di hardware ( che spesso non vogliono rilasciare i codici dei loro sorgenti se non vi è un contratto commerciale dietro), ma alle persone che hanno speso il loro tempo libero ( anche gratis oltre che per passione ) per implementare il kernel linux con tutti quei driver che oggi ci permettono di far funzionare buona parte del nostro hardware.
...
Su questo non posso darti torto perchè in alcuni settori Linux ancora non compete appieno con Windows, soprattutto per quanto riguarda i videogames o la grafica. Questo però accade perchè la massa non ha interessi a provare niente che non sia già quello che hanno già sotto gli occhi e questo secondo me la dice lunga sulla massa.

Qui mi pare una contraddizione. O la differenza è solo l'hardware?
Ma l'hardware cos'è senza il software? sembra una domanda trabocchetto, ma non lo è.
Io intendevo proprio questo, cioè che senza utenti non si hanno una serie di cose: videogames, programmi per grafica, ... e anche drivers.
Certo la maggior parte è dovuta a cosidetti "smanettoni" (li adoro), ma senza le case produttrici è difficile che avremmo quello che abbiamo ora:
io ad esempio ho una stampante brother con driver liberi (gpl v 2) rilasciati direttamente dalla casa produttrice (l'ho comprata apposta).

Io sono uno sviluppatore e, aimè, sono obbligato a lavorare spesso con Windows. Mi rendo conto che alcune cose non si possono fare con Linux. Non senza un enorme lavoro dietro (costi!), che ovviamente lavorando in un ambiente medio/piccolo è impossibile permettersu. Vedo direttamente cosa vuol dire essere la nicchia.

Per quanto riguarda la nicchia, ho già espresso il mio parere.
Voglio però approfondire il lato economico: se siamo in tanti ad usare una qualsiasi distribuzione Linux, allora potenzialmente siamo un mercato.
Se siamo un mercato (libero) allora c'è modo di contribuire, avere sempre qualcosa di innovativo, migliore e perché no? ludico ed usabile.

Gollum ha scritto:

"smanettone informatico" ( ho un concetto divero di questa definizione dal tuo )

No, la nostra concezione è la stessa. Almeno credo: intendiamo entrambi una persona che non si limita ad andare su Facebook?

Gollum ha scritto:

Forse fa il giro di tutte le distribuzioni finchè non trova quella che gli risolve quel particolare problema e che magari ne crea un altro? E arrivato a questo punto secondo te cosa fa? Prende in considerazione di imparare la riga di comando? Thinking
Reinstalla Windows? Wink

Ovviamente. Sai quante persone ho conosciuto che fanno questo?
Quello che non capisco (ma è sempre un problema di marketing) è però perché non si mettono gli stessi problemi con il Mac. Nel senso se su linux il gioco XYZ non funziona allora è una m**** se invece non funziona sul mac: "eh, ma è un S.O. diverso". Smile

Guardiamo il problema da un'altro punto di vista.
Spesso capita che parenti si trovino male con Win-qualcosa e chiedono allo smanettone di turno (io) di risolvergli il problema. Beh! spesso consiglio o di comprarsi una licenza del sistema operativo successivo (da Vista a 7) oppure di risparmiare qualcosa installando una distro Linux. Lascio a loro la scelta. Ovvio che senza uno "smanettone" porterebbero il Pc da PCcity o catene alternative.

Quale distribuzione consiglio? Non SUSE (ci ho già provato con scarsi risultati) ma Ubuntu. Perchè almeno lo hanno già sentito nominare (sottolineo almeno). Realisticamente la gente non sa cosa è un S.O.. Linux === Ubuntu.

Gollum ha scritto:

Infama quelli che non sono costretti ad aiutarlo ( ma che devono farlo per onorare gli impegni della comunità del buon samaritano ) solo perchè gli hanno consigliato di fare prima una ricerca, sul web o sul forum, di un problema che probabilmente sarà già stato trattato?

Da informatico dico che il 99% dei problemi lo trovi già scritto da qualche parte, ma la maggior parte delle persone non sa neanche cosa e come cercare. Dopo che uno c'è dentro forse, ma all'inizio è difficile.
E comunque, ma qui si parla di netiquette, c'è modo e modo di aiutare. Sicuramente non scrivere "cerca su Google" (quante volte l'ho letto! Sad ).

Gollum ha scritto:

Se il sistema Canonical è così usabile per quale motivo gli utenti dovrebbero voler migrare verso altri free OS?

Dipende. Di che utenti parli? Quello che usa Linux da 10 anni, ha la sua visione di come deve essere un DE e di come deve funzionare o del nuovo utente? Quello che cerca la semplicità e la figaccionaggine?
Non è un caso che le interfacce assomiglino sempre di più a quelle dei cellulari: Unity (più mac a dire il vero), Gnome shell e anche il nuovo Windows 8. Belle da vedere e che fanno quelle poche cose richieste.

Gollum ha scritto:

Citazione:

Se uno chiede ad un qualunque non informatico: cos'è Linux? Lui cosa risponderà? Suse? Fedora? Mint?


Questo prova soltanto la totale disinformazione che c'è in giro. Io non sono un informatico, non ho idea di cosa sia Windows perchè non l'ho mai usato, ma ciò non significa che non sappia cosa sia.

Su questo non ho obiezioni.

Gollum ha scritto:


1-Sul primo punto non discuto sono questioni di gusti personali.
2-Il software center ce l'hai eccome integrato e funzionante ( non sempre te lo concedo ) ed è Apper. In più puoi usare anche Yast per installare i pacchetti e molto di più ancora. Sulla questione dei voti non mi esprimo perchè non ho pareri al riguardo.
3-Non l'ho mai usato perchè non ne ho bisogno, qui puoi trovare qualche info questa pagina ma non ho idea se permette di fare quello che tu intendi.

1-Sui gusti non c'è da discutere. Lancelot mi pareva una bella idea caduta nel vuoto;
2-Anche Synaptic (per rimanere in tema debian-derivate) è un software center. Ma Ho in mente qualcosa come quello di Linux Mint;
3-Neanche io l'ho mai usato. Ma avere un servizio cloud open, con cui (pagando) puoi avere spazio aggiuntivo e contribuire...

Gianluca

Gianluca - furlan
www.morolandia.wordpress.com

Ritratto di furlan
furlan
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 14/10/2004
Messaggi: 147

Dal mio discorso sembra quasi che pensi che Ubuntu sia la migliore distribuzione in commercio.
Ovviamente non ha senso, altrimenti userei Ubuntu e non OpenSUSE.

Volevo solo condividere la mia opinione positiva sulla direzione intrapresa da Canonical.

Gianluca - furlan

Gianluca - furlan
www.morolandia.wordpress.com

Ritratto di Gollum
Gollum
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 03/03/2005
Messaggi: 802

furlan ha scritto:

Dal mio discorso sembra quasi che pensi che Ubuntu sia la migliore distribuzione


Non ne vedo il motivo.
Solo perché ti espresso a favore su come Canonical vuole indirizzare il suo futuro? .
Anche se veramente Ubuntu fosse la miglior distro in circolazione non vedo quale sia il problema, io ho soltanto cercato di rispondere dove ero in grado di rispondere sfruttando le conoscenze in mio possesso e che purtroppo, me ne rendo conto, sono limitatissime. Big Grin

Desktop DELL XPS8100 => openSUSE_12.2 => KDE 4.10 => Core i7 => 3.4.28-2.20 => Nvidia GT220
Notebook Sony Vaio VPPCA =>openSUSE_12.2 => KDE 4.10 => Core i5 => 3.4.28-2.20 => AMD HD 6470M

Ritratto di furlan
furlan
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 14/10/2004
Messaggi: 147

Big Grin

Gianluca - furlan
www.morolandia.wordpress.com