Giocare a scacchi contro avversari di tutto il mondo con openSuse Xboard.

Ven, 09/02/2007 - 19:56

Giocare a scacchi contro avversari di tutto il mondo con openSuse Xboard.

Inviato da mikke 2 commenti
Introduzione

Questa è una guida per chi vuole giocare a scacchi via internet con avversari di tutto il mondo usando un semplice quanto sofisticato programma di scacchi (Xboard) su un sistema opensuse. Le indicazioni contenute in questa guida valgono per ogni versione di opensuse (anche se l'autore ha testato il tutto su una opensuse 10.2).

Xboard

Prima di tutto Xboard, un'interfaccia grafica per giocare a scacchi.
Xboard è un programma gratuito che permette di fare molte cose. Innanzitutto permette la visualizzazione grafica di partite giocate contro un motore scacchistico (cioè il solo programma di scacchi, il cosiddetto engine), che altrimenti dovreste utilizzare a riga di comando riproducendo magari la partita in una scacchiera vera (a meno che non siate forti giocatori in grado, come i campioni, di giocare “alla cieca”).
Ci sono moltissimi motori scacchistici gratuiti su internet, ma l'intento di questa guida non è quello di parlare dei motori scacchistici, piuttosto, ci concentreremo sull'utilizzo di un programma specifico (Xboard) e di un server specifico (Freechess) per giocare a scacchi contro avversari umani via internet. Sappiate comunque che il mondo dei software scacchistici non si ferma a quello che è indicato in questa guida: c'è un'enorme produzione di interfacce grafiche di ogni tipo, di motori scacchistici per tutte le esigenze (alcuni specializzati nella soluzione di problemi), di database che aiutano lo scacchista agonista nell'allenamento e nella conoscenza degli avversari, di software per la gestione dei tornei ecc. ecc. chi fosse interessato ad approfondire questo affascinante mondo può anche contattare l'autore della presente per consigli o suggerimenti.
Dunque Xboard lo trovate qua se volete l'ultima versione:

http://www.tim-mann.org/chess.html

oppure potete anche installarlo dalla distro con
Yast2 – Software – Gestione pacchetti

io per esempio ho la vers 4.2.7-81 inclusa in Suse 10.2 che funziona benissimo.

L'autore è un simpatico ingegnere americano, californiano per la precisione, con il pallino per gli scacchi. Se leggete il suo sito troverete diverse cose interessanti; per esempio troverete il codice sorgente originale della funzione di valutazione usata per il famoso Deep Tought, il computer appositamente programmato per gli scacchi nel 1980, considerato il predecessore dell'altrettanto famoso Deep Blue che qualche anno dopo avrebbe battuto nientepopodimenoche, udite udite, Garry Kasparov. ovvero il campione del mondo, forse il più forte giocatore di tutti i tempi.

Xboard si può avviare tramite il desktop grafico, ma è con la riga di comando (come al solito!) che se ne può gustare tutte le potenzialità. Consiglio quindi una bella lettura alla pagina man di xboard.
Tra le tante belle cose che offre questo programma noi ci concentreremo sull'utilizzo come interfaccia grafica per giocare a scacchi via internet con avversari di tutto il mondo.
Prima di tutto serve un... server! Cioè, per giocare a scacchi contro un altro appassionato come voi dotato di PC occorre che entrambi vi connettiate al medesimo server che è preparato a dialogare con i vostri programmi scacchistici mediante un protocollo.
Anche qua, dobbiamo dire che esistono diversi server sparsi su internet. Noi vedremo come giocare mediante un server gratuito che si chiama freechess:

http://www.freechess.org/

non è strettamente necessario registrarsi, inizialmente potrete entrare come guest tanto per farci la mano; successivamente potete sempre effettuare la registrazione per poter ottenere un punteggio della vostra forza, oppure per giocare i tornei, o per utilizzare comandi speciali.

Iniziamo con la creazione di un alias.
Cos'è un alias? Niente di trascendentale, è soltanto un comando da dare in terminale per avviare un comando che altrimenti sarebbe lunghissimo da digitare tutte le volte.
Individuate il file.bashrc nella vostra home directory e aggiungete queste righe:

# comando per eseguire xboard come ICS client collegato a freechess.org (FICS)
alias freechess='xboard -ics -icshost 69.36.243.188
#

sì, aggiungete proprio tutto quanto sopra riportato, comprese le righe di commento (quelle che iniziano con #) così un domani saprete chi, quando e perché sono state aggiunte.

Chiudete e riaprite il terminale, e adesso date il comando

$ freechess

e sarà avviato xboard in funzione di client per un server ICS (internet chess server) e contemporaneamente nel terminale si aprirà una sessione telnet con freechess all'indirizzo 69.36.243.188.
vi sarà chiesto il login e voi date

$ guest

date poi invio per accettare il nome di guest che vi è stato assegnato.

A questo punto una serie di messaggi vi scorreranno nel terminale e tutto ciò vi sembrerà senza senso... non disperate, fra poco comincerete a giocare una bella partita a scacchi!

div class="nota">Una premessa però è necessaria. Gli scacchi, anche a livello amatoriale, non possono prescindere dal controllo del tempo. Non è pensabile che il giocatore possa essere libero di pensare quanto vuole per una mossa o per l'intera partita. Il bravo giocatore è abituato ad amministrare bene il tempo che ha a disposizione. Nelle partite amichevoli di questo elemento se ne può fare anche ameno, però la vera partita, il vero agonismo scacchistico si ha solo con il ticchettio dell'orologio che incalza... Per il tempo si può anche perdere, nel senso che se il giocatore esaurisce tutto il tempo a sua disposizione la partita è persa, qualunque sia la situazione nella scacchiera.

Detto questo, iniziamo con una partitina tranquilla.
Per esempio potreste dare a terminale un comando di questo tipo ( ovviamente fics% riproduce solo il prompt del server freechess e non lo dovete digitare!):

$ fics% seek 10 12

significa che state cercando qualcuno per giocare una partita con 10 minuti a testa per l'intera partita e nella quale ad ogni mossa vi vengono “abbonati” 12 secondi (cioè aggiunti 12 secondi).
Questo metodo di controllo del tempo è detto sistema Fischer (vi ricorda qualcosa? Spasskij, Islanda, 1972...) ed è un buon inizio per evitare l'assillo del tempo.

Come avrete potuto vedere dal terminale, gli altri giocatori vedono la sfida che avete lanciato e, spesso dopo pochi secondi, qualcuno la raccoglie e vi troverete con xboard pronto per la partita (guardate l'intestazione in alto: riporta i nomi dei due avversari vuol dire che siete proprio in partita!)

Giocate con concentrazione, e non vi disperate se perdete spesso, giocare bene a scacchi si può imparare, basta fare pratica e studiare un minimo di teoria scacchistica.

Con Xboard noterete che sono possibili molte cose.
Per esempio a fine partita potrete salvarla per rivederla in seguito, e magari per commentarla o per farla vedere agli amici.
Oppure avete la possibilità di resign, cioè di abbandonare, cosa che normalmente negli scacchi si fa quando continuare la partita è assolutamente inutile dato il gran vantaggio dell'avversario.
Degna di nota anche l'azione di rematch che significa che se un australiano vi ha fatto in.....are potrete chiedergli la rivincita, e così via.

In freechess potreste anche dare un occhiata ai vari comandi disponibili; date per esempio

$ fics% help

e vedete cosa vi risponde il sistema. Avete la possibilità di dialogare con amministratori (comando tell 4 seguito dal messaggio), o con altri scacchisti per chiedere aiuto o solo per parlare (comando tell 53 seguito dal messaggio), oppure potete anche seguire le partite di un determinato utente (comando follow seguito dal nome utente).

Da ultimo, un suggerimento e una chicca per i veri appassionati.
Se volete sfidare un vostro amico che abita lontano potete fare così.
Collegatevi entrambi con un VoIP tipo Skype (gratuito da PC a PC) e poi collegatevi insieme a freechess prendendo nota del nome di guest che vi viene dato. Uno dei due lancia la sfida e l'altro sta pronto a raccoglierla con il comando play seguito dal numero che il sistema assegna a quella sfida (visibile dal terminale al momento in cui la sfida viene lanciata). E' una goduria. giocherete a scacchi con amici anche lontanissimi e vi sembrerà di essere nel medesimo circolo e di avere davanti a voi il vostro avversario in carne ed ossa. Però state attenti, essendo attiva la telefonata in caso di castronerie scacchistiche voleranno insulti via TCP/IP!!
Poiché Skype permette la conferenza, è possibile organizzare una serie di sfide a tre o a quattro, piccoli tornei, ecc.

Per i puristi (o meglio per gli scacchisti veri) è consigliabile l'utilizzo insieme a Xboard di un programma che evita un errato conteggio del tempo dovuto ai ritardi di trasmissione delle mosse via internet. Per freechess tale programma si chiama timeseal e lo trovate qui:

http://www.freechess.org/cgi-bin/Download/FICS_Download_Interface.cgi

salvate questo programma in una directory di vostra proprietà e aggiungete quanto segue in fondo alla riga dell'alias sopra riportato:
-icshelper /percorsodelfile/timeseal

ovviamente al posto di /percorsodelfile/ mettete il path in cui si trova timeseal.
Per verificare che Xboard utilizza timeseal date il comando

div class="terminal">$ fics% finger

su Freechess; dovrebbe restituire un output da cui risulta “timeseal is on”.

La guida è conclusa, se avete problemi particolari non esitate a contattarmi via mail, la troverete nel mio profilo personale.

Ciao!

Michele


In:



Commenti

Ritratto di GASBARRINI DE RAFFAELE PAOLO PALMIRO
#1

Inviato da GASBARRINI DE R... il Mar, 15/11/2016 - 11:47.

Re: Giocare a scacchi contro avversari di tutto il mondo con ...

Mi risparmio commenti, prima voglio giocare...