La solitudine dell'ignorante: il passaggio da OSX a GNU/Linux

7 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di Einzelgänger
Einzelgänger
(Newbie)
Offline
Newbie
Iscritto: 24/08/2015
Messaggi: 3

Salve.

Nella mia pur breve esistenza ho sempre utilizzato computer Macintosh e dunque il sistema operativo OSX. A breve dovrò comprarmi un computer portatile, ma non avendo più voglia di spendere cifre troppo alte per un hardware inadeguato, ho deciso che la scelta migliore è un laptop non Apple. Il punto è che vorrei utilizzare Linux, non Windows. Vi chiederete qual è il problema, suppongo.
Il problema è che ho passato gli ultimi giorni ad "analizzare" le vare distribuzioni, nonché le problematiche derivanti dall'installazione delle suddette. Se sulle prime ero entusiasta di questa transizione dall'universo Apple a quello Linux, ora non posso fare a meno di sentirmi sopraffatto.
Il mio timore è quello di installare un sistema operativo che non mi è familiare su di una macchina che magari non lo supporta. Che faccio se per qualche strana ragione non mi funziona la tastiera oppure la scheda di rete? Forse per voi sono timori banali, ma vi assicuro che per me non lo sono affatto.

Tenendo conto della mia assoluta ignoranza in materia, davvero mi suggerireste di utilizzare Linux? E, in caso di risposta affermativa, quale computer portatile dovrei scegliere per non avere troppi problemi con l'installazione e la configurazione del sistema operativo?

Ritratto di gi-gi
gi-gi
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 09/12/2014
Messaggi: 418

Ciao.

Bella domanda. Mi permetto alcune considerazioni dettate dalla mia limitata esperienza.

Il timore che Linux non supporti un certo hardware, in linea di principio, non è del tutto infondato ma abbastanza improbabile. Quello che di solito accade è che per un certo hardware da poco immesso sul mercato non siano ancora stati scritti (o non siano ancora affidabili) i relativi driver per Linux. Per ridurre questa eventualità potresti scegliere un modello di PC non recentissimo. Un'altra idea potrebbe essere quella di optare per un PC che negli USA venga venduto anche con Linux come Sistema Operativo pre-installato. Inoltre può essere opportuno, almeno inizialmente, installare Linux in modalità dual-boot (lasciando Windows installato almeno per il tempo necessario a verificare che in ambiente Linux tutto funzioni regolarmente).
Un altro suggerimento che posso darti, nel caso tu abbia già scelto di fatto quale PC acquistare, è quello di provare a chiedere nei vari forum dedicati a Linux se qualcuno ha già installato il tuo S. O. preferito su quella macchina e con quale esito.

gigi

Ritratto di Einzelgänger
Einzelgänger
(Newbie)
Offline
Newbie
Iscritto: 24/08/2015
Messaggi: 3

gi-gi ha scritto:

Un altro suggerimento che posso darti, nel caso tu abbia già scelto di fatto quale PC acquistare, è quello di provare a chiedere nei vari forum dedicati a Linux se qualcuno ha già installato il tuo S. O. preferito su quella macchina e con quale esito.

In effetti avrei puntato gli occhi su questo modello. Ho fatto qualche ricerca su internet e a quanto pare è possibile installarvi Linux - o, per essere più specifici, Lubuntu. Un altro utente ha provato a installarci Fedora, ma ha riscontrato problemi con il trackpad e con la scheda wi-fi integrata. Non ho trovato alcunché riguardante OpenSUSE, purtroppo.

Ritratto di gi-gi
gi-gi
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 09/12/2014
Messaggi: 418

Ciao.

Non credo che la scelta di una distribuzione o l'altra faccia molta differenza. Inoltre il riconoscimento dell'hardware è compito del kernel, che è praticamente identico per tutte le distribuzioni.

Per quanto ne so Lubuntu è la versione di Ubuntu con ambiente desktop LXDE (molto "leggero" ma spartano). Ubuntu rilascia un DVD di installazione specifico da 1 GB circa.
La filosofia di openSuse è diversa: il DVD di installazione da 4 GB contiene anche l'ambiente desktop LXDE, come pure KDE e Gnome che sono i più usati. Quindi in fase di installazione puoi scegliere quale ambiente utilizzare.

Per quanto riguarda il problema con la scheda wi-fi integrata presentatosi con Fedora sarebbe utile conoscerne il release e quanto è "vecchio" il post.
Se hai modo di trovare questo post girami il link che faccio qualche verifica.

gigi

Ritratto di Einzelgänger
Einzelgänger
(Newbie)
Offline
Newbie
Iscritto: 24/08/2015
Messaggi: 3

Non riesco a trovare quel post. Ho però trovato questo articolo; apparentemente l'autore ha risolto il problema del wi-fi, e lo ha fatto su OpenSUSE, Fedora e Ubuntu. Non riesco però a capire se la componentistica del suo Acer sia esattamente la stessa di quello che intendo comprare io.

Ritratto di gi-gi
gi-gi
(Moderatore)
Offline
Moderatore
Iscritto: 09/12/2014
Messaggi: 418

Ho letto l'articolo. Effettivamente l'autore afferma di aver risolto il problema al wi-fi.

Purtroppo è molto difficile conoscere in anticipo la componentistica di un PC, in particolare per un portatile. Inoltre a volte i produttori, per un determinato modello, cambiano i componenti hardware durante il ciclo di vita del prodotto. In questi casi ci si deve affidare alla dea bendata. Dipende molto dalla personale propensione al rischio...

gigi

Ritratto di CarloCC
CarloCC
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 06/04/2017
Messaggi: 315

Mi sembra che quel post risale al 2015, d'altra parte è di quell'anno anche questo notebook, quindi credo che nel frattempo i problemi siano stati risolti, almeno di solito è così.
La mia esperienza con pc acer con Linux è sempre stata buona, in questo momento scrivo da un notebook acer aspire E1-522 con grafica Amd comprato lo scorso anno, Linux ha riconosciuto tutto out of the box, in questo momento corro con OpenSuse Tumbleweed senza problemi.

Acer Aspire E1-522 Amd Quad-Core E2-3800--Amd Radeon 8280
Acer Aspire M5500 Intel Quad-Core - Amd Radeon R5 230
Distribuzione openSUSE Leap 15 Kde Plasma5 - Tumbleweed

Ritratto di Sargon6
Sargon6
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 13/11/2008
Messaggi: 723

Secondo me, con il portatile da te indicato (Acer Aspire ES1-111-C0V1) OpenSUSE XFCE funzionerebbe alla grande, nei limiti del possibile per un PC dotato di CPU Celeron e 2 GB di RAM.

Nel mio blog, ho scritto delle cose che forse ti interessano.
http://www.suseitalia.org/blog/9923