Installazione Open suse Leap 15.1

4 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di Appass_maturo
Appass_maturo
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 29/12/2019
Messaggi: 17

Ciao a tutti, scrivo sul forum per avere la seguente informazione: vorrei installare Open Suse Leap 15.1 su un notebook Lenovo E130, con ssd da 250GB circa, di cui 100GB sono dedicati alla partizione Windows, mentre sul residuo vorrei installare Open Suse; mi chiedo quindi, considerando che dovrò pr4ocedere con un partizionamento manuale, le regole sono sempre quelle di avere Home, swap e root, se non ricordo male; inoltre devo prestare particolari attenzioni per non formattare la partizione Windows, ovviamente dopo aver eseguito una copia di backup di tutto il sistema?

Grazie a tutti per i suggerimenti.

Ritratto di max.riservo
max.riservo
(Geek)
Online
Geek
Iscritto: 04/02/2012
Messaggi: 188

Prima di imbarcarsi in questa avventura conviene analizzare i seguenti punti :

1) - Verificare la presenza di un BIOS aggiornato e magari fare l'upgrade. Avendo Windows installato è probabile che questa operazione sia, conveniente farla tramite Windows. L'aggiornamento del BIOS è sicuramente consigliato se la versione installata è particolarmente vecchia o se, dopo aver letto le release notes, si scopre che sono stati corretti bugs critici (o aggiunto nuove funzionalità);
2) - Capire se il BIOS è settato come UEFI o come Legacy : se utilizzi Win10 è (quasi) certo che sia settato come UEFI, se Win7 non è detto. Il settaggio UEFI / Legacy determina come/dove viene installato il boot. Se si vuole avere speranza che Win continui ad avviarsi NON devi cambiare questo settaggio;
3) - Sempre dal BIOS occorre disattivare, se attivo, il FastBoot. Con FastBoot attivo Win NON spegne il PC (di fatto va in qualche modalità ibernazione / risparmio energetico) che impedisce poi a Opensuse di avviarsi. Non credo che la disattivazione abbia un impatto negativo su Win (a parte il costringerlo a spegnersi completamente) ma non posso confermarlo con certezza (non uso Win nativamente ma solo in VM).
4) - Prima di tentare l'installazione è vivamente consigliato tentare l'avvio con una distribuzione Live ..... Non elimina tutti i dubbi ma se la live parte molti dei possibili problemi successivi all'installazione sono superabili;
5) - Quando si tenta l'installazione occorre porre molta attenzione al partizionamento. Io NON utilizzo mai il partizionamento consigliato : passo sempre dalla via partizionamento esperto. Per le partizioni da predisporre è sempre un poco soggettivo comunque serve una partizione FAT da 200-500MB montata come /boot/EFI per BIOS settato in UEFI (occhio che deve già esistere e NON va formattata), serve una partizione / formattata come ext4 (mio personale gusto) o come btrfs (io non lo uso).La partizione /home può essere 'annegata' nella root (e quindi non la crei) oppure creata esternamente alla root (come filesystem ext4 o altro). Come swap si può creare una partizione della stessa dimensione della RAM (con tanta RAM >=16GB si potrebbe anche non crearla). Comunque con più di 16 GB di RAM è ragionevole limitrsi ad una swap di 16 GB. Se il PC possiede anche un disco meccanico (oltre al SSD) io creo la /tmp sul HDD (in alcuni casi, quando la RAM lo permette, creo la /tmp in RAM)
6) - Effettuare l'installazione con il PC connesso alla rete LAN e con il router con il DHCP attivo. Durante l'installazione vengono anche già scaricati gli aggiornamenti. Se si possiede solo interfaccia WLan potrebbe esserci qualche problema se non viene rilevato il Wifi (per problemi di driver e/o kernel), per questo motivo consiglio, se possibile, l'installazione con rete LAN. Ovviamente niente vieta di effettuare l'installazione pur NON essendo connessi ad internet : l'aggiornamento viene fatto successivamente al primo boot e dopo aver configurato la rete (LAN o WLAN che sia);
7) - cross your finger e sperare che dopo l'installazione, al primo vero (dual)boot il grub proponga Win e Opensuse e che si riesca ad avviarli entrambi .....
altrimenti comincia la saga (boot non installato, boot di win non più accessibile, driver video che fanno le bizze, driver del Wifi che non si trovano, etc).

Infine il consiglio più saggio che mi sento di darti : abbandona Win (nativo) e impara ad usare le macchine virtuali (VM) : avrai SOLO da litigare con i 'problemi' di Linux ....

A volte sono presente anche in altri forum di programmazione ....

Ritratto di mauriziod
mauriziod
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/06/2009
Messaggi: 1758

Ottima guida max.riservo te la copio!

Comunque per i neofiti di OpenSUSE nell'installazione (incluso) contiene un ottimo partizionatore (sia automatico che manuale), magari un pochino misterioso come farlo funzionare ma poi capita la sua logica è facile. Basta solo che trovi uno spazio già vuoto sul disco da usare.

Io di solito se la macchina è prestante consiglio la formattazione BTRFS della Root (ma poi dopo l'istallazione disabilito lo snap automatico) e XFS per la Home (ma va bene anche EXT4 se vuoi leggero da Win+driver) e stesso spazio RAM per lo Swap (alla fine i programmi consumeranno i giga di ram come in passato con i mega).
Big Grin

SO: Linux desktop Sistema: OpenSUSE Leap 15.1 (64bit) KDEE 5.12
SO: Linux desktop Sistema: OpenSUSE Tumbleweed (64bit) KDE 5
Miao

Ritratto di Appass_maturo
Appass_maturo
(Junior)
Offline
Junior
Iscritto: 29/12/2019
Messaggi: 17

Grazie Max per la guida completa, esaustiva e chiara; ho una macchina che è discretamente prestante, con schermo piccolo 13" e 8GB di RAM, non ho particolari esigenze grafiche al momento; in ogni caso utilizzando un'app Lenovo, in ambiente Windows sono riuscito ad aggiornare BIOS e tutto il sistema; considerando sulla seconda partizione è installata una distro Fedora non aggiornata da diverso tempo,proverò l'installazione su quest'ultima partizione, utilizzando il partizionatore manuale, incrocio le dita.
Una Vm funziona discretamente con 8GB di RAM?

Ritratto di max.riservo
max.riservo
(Geek)
Online
Geek
Iscritto: 04/02/2012
Messaggi: 188

Appass_maturo ha scritto:

Grazie Max per la guida completa, esaustiva e chiara; ho una macchina che è discretamente prestante, con schermo piccolo 13" e 8GB di RAM, non ho particolari esigenze grafiche al momento; in ogni caso utilizzando un'app Lenovo, in ambiente Windows sono riuscito ad aggiornare BIOS e tutto il sistema; considerando sulla seconda partizione è installata una distro Fedora non aggiornata da diverso tempo,proverò l'installazione su quest'ultima partizione, utilizzando il partizionatore manuale, incrocio le dita.


Avendo installato un'altra distro Linux con Win ancora funzionante avvalora l'ipotesi che dovresti avere pochi problemi nell'installazione di opensuse.

Appass_maturo ha scritto:

Una Vm funziona discretamente con 8GB di RAM?


Come sempre ... dipende.
8GB di RAM sono la ram totale, devi concederne almeno 2 Gb (ma io consiglio 3 o 4 GB) al sistema host (quindi a opensuse). Ne consegue che la tua macchina guest (Windows 7 o 10 che sia) non può averne più di 6GB. Io ho diversi PC con diverse configurazioni HW e di RAM e utilizzo diverse VM Win7 (non ho ancora avuto il 'piacere' di dover provare/usare Win10). Con Win7 spazio da 4 GB (sistema minimale) a 12 GB (CAD).
Considera che il sistema host deve 'sopravvivere' quindi cerca di lasciargli disponibile circa la metà delle risorse (ovvero se la CPU ha 4 core assegnane 2 alla VM).
Altro discorso è il virtualizzatore che vorrai utilizzare : io ho sempre usato vmware player ma proprio da alcuni giorni sto valutando (positivamente anche se sono agli inizi) KVM. Se, come sembra, le premesse verranno rispettate probabilmente passerò in pianta stabile a KVM liberandomi di un virtualizzatore che funziona bene ma che alcune volte, a causa di mancanza di patch per il kernel risulta impegnativo da installare. Non ho alcuna esperienza con virtualbox.
Un approccio che potresti anche provare : tramite vmware converter tenti di virtualizzare il windows che hai sul PC in questione.
Se la trasformazione in virtuale va a buon fine potresti poi fare un'ulteriore conversione del sistema virtualizzato : da vmware player a KVM.
Se tutto dovesse funzionare in modo soddisfacente potresti poi anche liberarti di Win nativo .... ma probabilmente questo approccio è troppo impegnativo per chi non ha esperienza di vm.

Un'ultima considerazione : hai dei reali motivi per mantenere / usare Windows? Ovvero hai provato a valutare le alternative sw proposte da opensuse?

Ovviamente se devi usare dei sw specifici (come è nel mio caso) non hai alternative ... ma per molti le alternative, spesso, sono più che sufficienti !
P.S. - la mia considerazione non vuole indirizzare il thread su quale S.O. sia migliore ... non esiste il migliore in assoluto.

A volte sono presente anche in altri forum di programmazione ....