Partizione dedicata di boot.

Ritratto di SilverHawk
SilverHawk
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 31/05/2014
Messaggi: 180

Citazione:

Come si crea e si gestisce una partizione dedicata di boot in un sistema multi-boot?

Ti ri-giro la domanda, per mia comprensione: vuoi gestire una partizione di boot condivisa tra vari OS, o vuoi semplicemente gestire l'avvio di più OS sullo stesso PC?

Ritratto di dragoncello
dragoncello
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 16/07/2005
Messaggi: 2727

SilverHawk ha scritto:

Non ne comprende l'uso, volutamente IMHO, e la ignora.
Questo implica, ovviamente, che rimpiazza il boot loader con il proprio e perdi la possibilità di avviare ogni altro O.S. che non sia benedetto da Micro$oft.
Per farti un esempio: per la mia basilare esperienza con Windows 10, al momento dell'avvio Win sostituisce l'UEFI di linux con quello di windows e quindi, a meno di ripristinare OGNI VOLTA il boot loader via distro live, non riesci più ad avviare gli altri O.S. (nel mio caso, l'unica versione di suse installata sul PC). In pratica: avvio Linux e funziona benone, posso scegliere di avviare Windows. Con il primo avvio Windows, non ho più la possibilità di scelta e sarei costretto ad avviare solo Win. Sigh.
Fino a windows 8, per quanto ho visto di persona, Win non era così invasivo.

Il problema si risolve lanciando da windows 10 come amministratore il seguente comando che andra a risistemane il boot:
bcdedit /set {bootmgr} path \EFI\opensuse\shim.efi
al riavvio troverai il boot dedicato,con tutti i tuoi OS di suse ovviamente in questo caso.Ripristinando il boot/uefi di suse.

SUSE Tumbleweed- kernel-5.2.14-1-1 kde-plasma-5.16.5- Intel Core i7 Asus P9x79 pro GeForce GTX 560-driver Nvidia-390.116.51- SSD samsung 850 pro 512 gb http://opensuse-community.org/

Ritratto di dragoncello
dragoncello
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 16/07/2005
Messaggi: 2727

http://trucchisuse.altervista.org/blog/ripristinare-grub-ovvero-lavvio-di-suse/
volendo da un cd live si può seguire anche questa guida.

SUSE Tumbleweed- kernel-5.2.14-1-1 kde-plasma-5.16.5- Intel Core i7 Asus P9x79 pro GeForce GTX 560-driver Nvidia-390.116.51- SSD samsung 850 pro 512 gb http://opensuse-community.org/

Ritratto di SilverHawk
SilverHawk
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 31/05/2014
Messaggi: 180

Citazione:

Il problema si risolve lanciando da windows 10 come amministratore il seguente comando che andra a risistemane il boot:
bcdedit /set {bootmgr} path \EFI\opensuse\shim.efi
al riavvio troverai il boot dedicato,con tutti i tuoi OS di suse ovviamente in questo caso.Ripristinando il boot/uefi di suse.

Ma a ogni avvio di win dovrei eseguire il comando che hai indicato?
Non posso evitarne la scrittura da parte di win?

Ritratto di dragoncello
dragoncello
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 16/07/2005
Messaggi: 2727

No si sistema definitivamente,mette a posto il boot di suse,quindi il grub ritorna a funzionare di suse logicamente.
ciao

SUSE Tumbleweed- kernel-5.2.14-1-1 kde-plasma-5.16.5- Intel Core i7 Asus P9x79 pro GeForce GTX 560-driver Nvidia-390.116.51- SSD samsung 850 pro 512 gb http://opensuse-community.org/

Ritratto di GiulioGG
GiulioGG
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 26/05/2009
Messaggi: 274

SilverHawk ha scritto:

Citazione:

Come si crea e si gestisce una partizione dedicata di boot in un sistema multi-boot?

Ti ri-giro la domanda, per mia comprensione: vuoi gestire una partizione di boot condivisa tra vari OS, o vuoi semplicemente gestire l'avvio di più OS sullo stesso PC?

So già per esperienza che si può far funzionare un sistema multi-boot senza una partizione dedicata di boot, ma mi interessa sapere pregi e difetti e quant'altro può essere utile di una soluzione con partizione dedicata di boot.

Ritratto di dragoncello
dragoncello
(Collaboratore)
Offline
Collaboratore
Iscritto: 16/07/2005
Messaggi: 2727

https://wiki.archlinux.org/index.php/Partitioning_%28Italiano%29
https://wiki.archlinux.org/index.php/Partitioning_%28Italiano%29
qui ti puoi fare un idea.

SUSE Tumbleweed- kernel-5.2.14-1-1 kde-plasma-5.16.5- Intel Core i7 Asus P9x79 pro GeForce GTX 560-driver Nvidia-390.116.51- SSD samsung 850 pro 512 gb http://opensuse-community.org/

Ritratto di GiulioGG
GiulioGG
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 26/05/2009
Messaggi: 274

dragoncello ha scritto:


https://wiki.archlinux.org/index.php/Partitioning_%28Italiano%29
qui ti puoi fare un idea.

Grazie per la segnalazione dell'interessante pagina, mi occorrerebbe anche qualcosa di più mirato sulla partizione dedicata di boot.

Ritratto di SilverHawk
SilverHawk
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 31/05/2014
Messaggi: 180

Per la mia esperienza, una partizione di boot ti può (poteva) essere utile almeno in questi casi:
1) Il PC un po' datato non è in grado di avviare partizioni oltre un certo settore, e quindi mettere la partizione di boot all'inizio del disco risolve il problema.
2) Sempre su PC "datati", o più in generale non UEFI, l'avvio deve avvenire da una partizione primaria: avendo quella di boot dedicata, la root può anche essere in una estesa.
3) Fino a qualche versione fa, e parlo di SuSE, l'avvio era possibile solo con alcuni FS (diciamo ext4 per semplicità) quindi se avevi la root in BtrFS tanti saluti. Avere la partizione di boot dedicata (in ext4, ad esempio) ti permetteva di superare la limitazione.

Altro aspetto, invece, è la questione condivisione, ovvero:
1) Vuoi una partizione di boot per ogni OS/Distribuzione che vuoi avviare?
2) Vuoi una partizione di boot condivisa tra le distribuzioni presenti sul PC?

Ritratto di GiulioGG
GiulioGG
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 26/05/2009
Messaggi: 274

SilverHawk ha scritto:


Altro aspetto, invece, è la questione condivisione, ovvero:
1) Vuoi una partizione di boot per ogni OS/Distribuzione che vuoi avviare?
2) Vuoi una partizione di boot condivisa tra le distribuzioni presenti sul PC?

Una sola e quindi ovviamente condivisa ma in modo che un s.o. con problemi non crei problemi anche ai s.o. coinstallati in multiboot.