Ho provato altre distro...

50 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Quote:

renegate ha scritto:
Scusate, ma su Ubuntu se devo installare maya posso farlo? e in genere gli rpm sono gestibili in ubuntu?

Ubuntu è basato su Debian per cui il formato dei pacchetti è .deb. Gli rpm credo che debbano essere convertiti (esiste a proposito Alien che fa il passaggio rpm->deb e viceversa ma non è una cosa sicura al 100%).

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Quote:

Amministrazione sistema voto 8 (suse 9). Ho sostituito qtparted con gnome partition editor). Non ci sono tool grafici per gestire il bootloader, l'hardware si gestisce tramite kde (in suse yast è spesso sovradimensionato), trovo carente la configurazione di adsl, modem e simili... lì sì che yast fa la differenza!

Per gestire il boot si può usare l'utility Gnome "boot-admin" ma non è così elastica e completa come il gestore integrato in Yast.
Quest'ultimo resta ancora uno dei più grossi punti a favore di Suse. Il resto è uguale a tutte le altre distro.

Quote:

P.s. = adesso non dite che voglio scatenare un flame, si tratta solo di contribuire all'argomento "migliore distro per ogni esigenza" e credo che suse sia, se non per "tech enthusiasts" comunque sovradimensionata pr molti utenti...kubuntu può fare al caso delle masse. Correggetemi se sbaglio!!!
Big Grin

Kubuntu è interessante ma trovo che il progetto sia considerato di serie B rispetto ad Ubuntu/Gnome. Infatti Canonical spinge questa, non la prima. Se ci fai caso alcune cose ricordano molto l'ambiente Gnome.
Come distro alternative su KDE ti consiglio di provare Mandriva o Sabayon (quest'ultima, però, è basata su Gentoo, quindi hai pregi e difetti di quel modo di gestire i pacchetti). Un'altra distro valida (provala) è Fedora 7: anche se è ancora in beta, mi piace molto.
Cmq adesso sto provando Sabayon sia sul portatile che sul PC del suocero e devo dire che è veramente valida.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di lelec
lelec
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 15/09/2004
Messaggi: 299

Quote:

ap1978 ha scritto:

L'utente medio ha una conoscenza del PC e un'esigenza di conoscerlo a fondo molto bassa. Molti di essi usano il computer come macchina da scrivere, per fare qualche semplice calcolo e per giocare. Trovano complicato installare una webcam o una stampante con Windows, dove la procedura più complicata è:

- Inserire il CD
- Attendere che parta
- Seguire le istruzioni, che spesso dicono "Premi Next"
- Collegare la porta USB della webcam al PC.
- Usare la webcam

Onestamente queste persone non sono né preparate, né interessate ad imparare cosa sta dietro il funzionamento del PC. Se lo fossero userebbero Google e troverebbero tutte le informazioni che desiderano. Vogliono un sistema plug and play, che funzioni senza troppi intoppi, esattamente come fanno Windows e Mac OS X (per favore non ditemi che Windows da tanti problemi, lo so anche io, ma per moltissimi funziona bene).

Ciao

devi considerare che windows si compra gia' preinstallato e configurato dal produttore di computer con gia' i driver di tutto

se tu gli dai un computer cosi' con linux gia' installato e con tutti i driver non c'e nessuna differenza tra win e linux
oserei dire che linux con gnome e' piu semplice almeno nelle operazioni di base navigazione email office fotoritocco

probabilmente l'utente che ci capisce poco si farebbe installare la stampante da un tecnico sia con windows che con linux

|L|E|L|E|

Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Quote:

lelec ha scritto:

probabilmente l'utente che ci capisce poco si farebbe installare la stampante da un tecnico sia con windows che con linux

L'utente medio compra la stampante al grande magazino, fidandosi del commesso, arriva a casa e segue le istruzioni sul poster che trova all'interno.

Non ha intenzione di pagarsi il tecnico Wink

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di robermann79
robermann79
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 07/02/2007
Messaggi: 342

@ap1978:
mi hai tolto le parole di bocca. Risparmio dunque il post. Dico solo che se non fosse stato per Windows, al momento chissa' quanta gente avrebbe a casa un computer...

L'automazione è all'origine stessa dell'informatica. L'automazione, per essere fattibile, ha bisogno di strati su strati e regole di comunicazione tra essi (interfacce). Anche modificare manualmente un file di configurazione, anziche' usare un tool visuale, implica un'elaborazione automatizzata da parte del programma "lettore" di tale file; ciò funziona perche' entrambe le parti, utente e software, condividono la sintassi di tale file.... Laughing (Certo, si potrebbe modificare la configurazione usando un disassemblatore....)

cia'

Ritratto di boffo
boffo
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 17/10/2005
Messaggi: 687

Quote:

Born_To_Burn ha scritto:
Ho provato anch'io l'ultima versione di ubuntu, dopo aver letto e sentito commenti che la definivano una distro meravigliosa.
Personalmente non mi è piaciuta per niente. Secondo me non sembra quasi più una distro linux, è tutto automatizzato, tutto semplificato, tutto nascosto all'utente. Ci lamentiamo sempre che con windows non sai quello che fai..beh..con ubuntu non cambia molto: di solito ti ritrovi costretto a scegliere fra uno o due bottoni per configurare qualunque roba. L'esempio più lampante sono i driver video: non mi piace per niente che basti 1 e dico UNO click per installarli. Tu non sai che succede finchè clicchi. Se ti capita qualsiasi cosa ad X, uno che ha speso una settimana di sonno per installare i driver ati su suse è capace di sistemarsi xorg.conf a manina, ma uno che li ha installati con un click non sa nemmeno cosa sia X. E credete, ce ne sono di casi simili. Quello che voglio dire è questo: noi utenti linux ci siamo sempre vantati d iessere gente che pensa, che ragiona, che ricerca, gente che vuole capire come funzionano le cose, ed abbiamo sempre sostenuto che windows ha atrofizzato i cervelli degli utenti. Beh, l'ultima versione di ubuntu, con il pretesto della semplicità, mi ha dato l'impressione di aver eguagliato win da questo punto di vista. Come interattività la paragonerei ad una cosole.

Mi scuso se le mie idee offendono qualcuno e voglio ribadire che sono solo personalissime impressioni.
Ciao!

L'automatizzazione può fare solo bene sopratutto se è tipo ubuntu e mac os x, dove è solo una maschera, ma si può sempre tornare in dietro e fare tutto via linea di comando. maschere sono anche gnome e kde Se non non rendiamo le linux più semplice questo resterà sempre con il suo 4% di utenti in totale. Ma non solo anche i programmi tendono a semplificarsi, come ad esempio il tuo esempio, xorg.conf è destinato a essere rimpiazzato da un sistema che ad ogni riavvio riformi il file di configurazione.
http://pollycoke.wordpress.com/2006/11/11/xorgconf-sara-presto-un-brutto-ricordo-del-passato/

Dietro a Linux c'è qualcosa di più importane, che è la filosofia del codice aperto.

Ritratto di Born_To_Burn
Born_To_Burn
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 10/06/2006
Messaggi: 392

Forse mi avete frainteso. Non dico che la semplicità non sia importante, io per primo apprezzo tool grafici, configurazioni automatiche etc... il punto è che su suse queste cose soono affiancate dalla possibilità della configurazione manuale, almeno questa è la ia impressione, su suse puoi sempre cambiare le opzioni di default. Su ubuntu non dico che non si possa fare, dico solo che questo aspetto è stato quasi , passatemi il termine, nascosto come se fosse un difetto di linux. Secondo me la semplicità di cui si vanta tanto la nuova ubuntu è stata usata come mezzo per creare una distro appetibile agli utenti Windows, allo scopo di perseguire il dichiarato obbiettivo del suo giovane mecenate miliardario di surclassare la microsoft. Negli articoli che ho letto, e non solo in riviste specialistiche, la proprietà più pubblicizzata di ubuntu era la possibilità di avere gli effetti 3d attivi fin da subito. Avrei preferito che esaltassero la ottima gestione dei repository. Non so, mi sembra che allo scopo di attirare gente a tutti i costi ubuntu stia perdente un po' dei tradizionali valori di linux.
Ciao! Big Grin

Ritratto di lelec
lelec
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 15/09/2004
Messaggi: 299

non sono d'accordo con quanto scrive Born_To_Burn
gli utenti nella maggior parte non vogliono perdere molto tempo a configurare il computer
preferiscono al limite impegnare il proprio tempo ad imparare le applicazioni che gli permettono di svolgere il proprio lavoro

nel senso che sono disposti ad imparare e leggere qualche manuale per il programma di fotoritocco che non ha perdersi in configurazioni per far riconoscere a linux la propria fotocamera digitale o la stampante perche' quest'ultime si da per scontato che devono funzionare da subito appena collegate

|L|E|L|E|

Ritratto di Born_To_Burn
Born_To_Burn
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 10/06/2006
Messaggi: 392

Mica detto che devi scriverti la configurazione per la fotocamera da solo, mi sembra la cosa più ovvia che debba funzionare in automatico se è possibile. Dico solo che è utile magari sapere come funziona il supporto per le fotocamere, perchè così se magari ti compri una fotocamera che non è supportata di default, neanche da ubuntu, se trovi i driver magari sai anche come installarteli.

Ritratto di lelec
lelec
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 15/09/2004
Messaggi: 299

Quote:

Born_To_Burn ha scritto:
Mica detto che devi scriverti la configurazione per la fotocamera da solo, mi sembra la cosa più ovvia che debba funzionare in automatico se è possibile. Dico solo che è utile magari sapere come funziona il supporto per le fotocamere, perchè così se magari ti compri una fotocamera che non è supportata di default, neanche da ubuntu, se trovi i driver magari sai anche come installarteli.

ok sono d'accordo
ma questo e' indipendente dal semplice o complicato
se uno vuole appprofondire e sapere come funzionano le cose
l'importante e' che non sia tutto blindato e inaccessibile

|L|E|L|E|