ma le altre distro vi convincono?

117 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di anubis
anubis
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 07/04/2007
Messaggi: 3656

come da titolo.. se avete provato altre distro vi convincono? io adesso sto provando ubuntu in virtuale, ma non riesco a farmela piacere.... ma provo a spiegarvi il perchè..

troppo dispersiva, si sente la mancanza di un tool centralizzato come YaST

l'installazione di base manca di tante, troppe cose come java e flash, mancano anche le controparti libere, quindi l'esperienza web che di default la distro fornisce è uguale a zero (anche se ovviamente il tutto si può installare in un attimo)

sono inorridito nello scoprire che un semplice visualizzatore di "log" viene fatto passare il REGISTRO DI SISTEMA di ubuntu

un'altra cosa che non mi piace è la presenza di un doppio "gestore di pacchetti" o meglio di due GUI per apt, uno è synaptic, l'altro non lo so, ma se ci sono conflitti di dipendenze ti dice di passare da synaptic ¬¬

non mi piace poi la disposizione delle barre degli strumenti.

mi piacciano invece:

tool per la gestione dei drivers proprietari (pacchettizzati)

l'integrazione dell'applet "cambio utente" con pidgin e con le opzioni di log out riavvio ecc

la disponibilità di alcuni meta pacchetti come "ubuntu-restricted" che permettono di installare tutti i codec e le fesserie proprietarie in un click

il giudizio finale?

30 migliardi di volte meglio suse Tongue

OpenSUSE Member,Packman Packager, Education Project Admin, LXDE Project Admin
Powered by http://en.opensuse.org/HP_Pavilion_dv6855el

Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Rispondo alle tue osservazioni e poi ti racconto la mia recente esperienza con Fedora, che si è inaspettatamente rivelata essere molto positiva.

Quote:

troppo dispersiva, si sente la mancanza di un tool centralizzato come YaST

Vero, è l'unico punto che riesco a concedere a favore di openSUSE. Tuttavia i vantaggi offerti da YaST sono minati alla radice dalle troppe modifiche e dai suoi problemi di stabilità. Alcuni dei moduli chiave, tra cui quello per le stampanti e il partizionatore, sono dei veri disastri sia in termini di interfaccia sia in termini di funzionamento. Insomma, YaST è un coltellino svizzero, le cui lame però sono sempre meno affilate a causa dei problemi che ha.

Quote:

l'installazione di base manca di tante, troppe cose come java e flash, mancano anche le controparti libere, quindi l'esperienza web che di default la distro fornisce è uguale a zero (anche se ovviamente il tutto si può installare in un attimo)

OpenSUSE 11.1 ha esattamente lo stesso problema. Flash non è installato di default, ma dal primo aggiornamento. Quanto a Java, come sai, ci si avvale dell'implementazione OpenJDK, ancora incompleta. In fondo non è poi così diverso dall'installare i pacchetti su ubuntu e fedora.

Quote:

un'altra cosa che non mi piace è la presenza di un doppio "gestore di pacchetti" o meglio di due GUI per apt, uno è synaptic, l'altro non lo so, ma se ci sono conflitti di dipendenze ti dice di passare da synaptic ¬¬

Vero. Tuttavia anche YaST -> Software management non è immune da problemi. Ad esempio è impossibile annullare un'installazione senza cliccare su Annulla per ciascun pacchetto. Inoltre abbiamo anche noi un doppio package manager: yast e packagekit.

Quote:

30 miliardi di volte meglio suse Tongue

Su questo non condivido, o almeno non più. OpenSUSE rimane una distribuzione interessante, ma non è più la distribuzione che mi ha convinto a continuare ad usare Linux e sta diventando sempre più simile alla distribuzione che mi ha convinto ad abbandonarla e a passare all'allora SuSE Linux Professional 9.0.

Ho recentemente confrontato openSUSE e Fedora, perché openSUSE non funziona correttamente e non mi offre le condizioni di stabilità che voglio nel mio sistema. Fedora ha molti meno orpelli, meno strumenti di openSUSE. Non c'è YaST, non ci sono servizi quali il Build Service e così via.
Tuttavia fedora ha molti lati positivi che openSUSE ha perso. Prima di tutto un sistema di base stabile e solido, senza troppi problemi riguardanti funzionalità essenziali. Ad esempio Fedora non mi ha dato alcun problema con X, mentre openSUSE 11.1 ha X fortemente instabile (non sono i driver nVidia, uso la stessa versione in fedora). In fedora la sospensione sul mio laptop funziona, in openSUSE spesso no, costringendomi ad uno spegnimento hardware. E sono solo alcuni esempi.

Aggiungo che fedora offre la stragrande maggioranza del software addizionale in un repository, mentre openSUSE lo sparpaglia nella miriade di repository del buildservice, senza alcuna garanzia che funzionino, con dipendenze spesso sconsiderate e con una qualità troppo variabile. L'idea del repository contrib è certamente buona, ma al momento è immatura.

Esaminando le scelte a livello di comunità e pianificazione, appare chiaro, infine, che fedora ha scelto una strategia, ha rilasci periodici ben definiti e segue la sua linea. OpenSUSE manca di tutto questo, basti vedere la lunghissima e inconcludente discussione su quando rilasciare la versione 11.2, come se il nodo cruciale fosse questa decisione, invece dei problemi, sempre i soliti, che impediscono ad una vera comunità di crescere e formarsi, attirando gente e risorse.

Detto questo, openSUSE è una distribuzione per cui continuo a simpatizzare, tuttavia penso che le alternative oggi ci siano più di un tempo, senza abissi di qualità come accadeva fino a non molto tempo fa.

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di Moreno
Moreno
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 03/10/2005
Messaggi: 364

Ciao

Non vale, non puoi parlare male delle altre distro e poi riferirti solo ad Ubuntu è come sparare sulla croce rossa.

Non posso che banalmente risponderti, hai provato Mandriva??

1) mcc è molto valido e funziona anche da console (ottimo quando non parte X)

2) C'è sia Java free (predefinito e non mi pare che abbia problemi a parte scacchisti.it) che qualla Sun

3) I driver proprietari sono pacchetti normali contenuti nella cartella non-free
Esiste poi Codeina per eventualmente acquistare quelli Fluendo o scaricare quelli di PLF

Ciao Ciao, Moreno

Ebbene sì confesso sono un infiltrato di http://www.mandrakeitalia.org ma mi piace girare il Mondo.
Profilo

Ritratto di filotux
filotux
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 26/11/2006
Messaggi: 307

Mi associo a Moreno.

Tra l'altro, ultimamente in ogni discussione relativa ad altre distribuzioni si finisce sempre per parlare nel bene o nel male di Ubuntu....

Io uso Debian da anni e non mi e' mai passata neanche per la testa l'idea di installare Ubuntu, ma non perche' non e' una distribuzione valida (per valutare occorre provarla) ma perche' non vedo nessun motivo per lasciare una distribuzione in cui posso fare tutto.

Comunque, ognuno di noi ha le sue esigenze che lo spingono ad utilizzare una distribuzione piuttosto che un'altra, ma di queste cose se n'e' parlato fino alla nausea.

Uno dei motivi, tra i tanti, per cui uso Debian e' il fatto che e' la distribuzione che supporta il maggior numero di architetture ed anche kernel non Linux.

Ho sfruttato questa caratteristica per un HD multimediale acquistato da un mio amico sul quale mancavano alcune caratteristiche: dopo aver scoperto che e' basato su Linux ho semplicemente scaricato dai mirror Debian alcuni programmi e li ho semplicemente installati sul device, una volta identificata l'architettura giusta (MIPS Litte Endian). Sfruttando il progetto Emdebian ho facilmente installato un cross compiler per architettura MIPS e compilato facilmente altro software per il device: operazione necessaria per cambiare i flag di compilazione linkando staticamente tutte le librerie, per eliminare le dipendenze da altri pacchetti. Il mio prossimo passo sara' quello di installare una Debian MIPS su QEmu MIPS e compilare i software direttamente sull'archettura target, senza usare il cross-compiler che necessita anche di tutte le librerie cross piattaforma.

Si tratta di un progetto parallelo, d'accordo, ma e' proprio la filosofia Debian ad aver portato alla disponibilita' di tali strumenti.

Per quanto riguarda un uso desktop da semplice utente, dopo aver configurato tutte le periferiche, a mio avviso una distribuzione vale l'altra....

filotux

Debian Lenny on BeagleBoard

Ritratto di steluciani
steluciani
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 26/02/2008
Messaggi: 346

io ho provato nell'ordine debian ->ubuntu ->fedora (per breve tempo) ->opensuse (dalla 10.3)

che dire.. con debian mi trovavo molto bene, con un sistema stabilissimo e a prova di bomba, veramente un sistema eccezionale

poi curioso di vedere come mai ubuntu aveva tutto questo successo, a partire
dalla 5.10 ho installato ubuntu al posto di debian e non era male come sistema, anzi mi sembra che da allora con il susseguirsi delle versioni sia cresciuto bene; l'unica mancanza che sentivo era proprio quella di un pannello di controllo per il sistema che mi costringeva a fare parecchie cose a mano o a terminale. l'ho abbandonata perchè non mi ricordo in quale versione x mi crashava ogni 3 per 2, sia con i driver radeon che con i driver proprietari e no sono mai riuscito a risolvere

poi ho provato fedora (prima dell'unificazione dei repository di livna e altri in rpm fusion e la situazione con i repository era un po' simile a quella di altre distribuzioni, con pacchetti un po' qua e un po' là ogni tanto in conflitto); è una distribuzione che ho sempre visto con molta simpati.. che non mi piace è il ridotto tempo di supporto dato dagli sviluppatori (1 anno è pochino come tempo si supporto a mio parere)

poi sono approdato a opensuse e fino ad ora è la distribuzione assieme a debian con cui mi sto trovando meglio, mi permette di fare tutto da un centro di controllo centralizzato senza mai aver avuto rogne, i pacchetti che mi servono a parte poedit e phatch sono tutti in packman e quindi non sento il problema di repository sparpagliati, il sistema sul mio computer è veramente molto stabile, ho trovato un forum di supporto a misura d'uomo (nel forum di ubuntu c'è troppo casino e non mi ci sono mai trovato bene). Insomma non sento proprio l'esigenza di cambiare, ma se in un futuro dovessi farlo proverei sicuramente mandriva (mcc è un grande punto a suo favore, un po' come yast per opensuse)

Ritratto di ferdybassi
ferdybassi
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 11/09/2005
Messaggi: 2668

Io quoto ap1978 e filotux.
Come desktop di default ho sostituito alcuni anni fa openSUSE con Debian, e ne sono soddisfatto.
Ho anche deciso che la mia ditta individuale, per ogni lavoro in cui si sia usata Debian o una derivata, donerà l'1% del fatturato al progetto Debian...
All'inizio mi lamentavo di non avere Yast; col tempo mi sono abituato a modificare i files di configurazione e adesso trovo che Yast sia una perdita di tempo, rispetto al semplice edit di un file.
OpenSUSE resta la distro con cui ho iniziato a usare Linux e per questo le concederò una possibilità sui miei hard disk ad ogni release, ma non credo che tornerò ad usarla per scopi professionali, perchè mi serve un sistema stabile, che si installi in poco tempo e che una volta configurato mi duri a lungo senza corrompersi, senza aver bisogno di aggiornamenti per funzionare correttamente, senza crashare inspiegabilmente, senza costringermi a spulciare il changelog di ogni aggiornamento per paura che un update mi mandi in balla tutto.
Ubuntu mi piace, ma soffre secondo me degli stessi problemi di openSUSE, la scarsa affidabilità per usi professionali in primis.
Fedora sta mettendosi su una buona strada, ma un anno è davvero troppo poco, come già fatto notare...
Mandriva non l'ho mai provata, e perciò non ne parlo...

Ciao ciao

Amministratore di
www.it-opensuse.org

Ritratto di anubis
anubis
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 07/04/2007
Messaggi: 3656

Quote:

Moreno ha scritto:
Ciao

Non vale, non puoi parlare male delle altre distro e poi riferirti solo ad Ubuntu è come sparare sulla croce rossa.

Non posso che banalmente risponderti, hai provato Mandriva??

il mio 3d vuole essere generale, il mio post particolare... non avendo mai provato per più di un paio di giorni mandriva, non parlarne, mi piace parlare sempre con cognizione di causa

<br />1) mcc è molto valido e funziona anche da console (ottimo quando non parte

anche yast ha la intyerfaccia ncurses

<br />2) C&#039;è sia Java free (predefinito e non mi pare che abbia problemi a parte scacchisti.it) che qualla Sun

lo stesso per suse, anche se ritengo che openJDK non sia all'altezza di sun-java

<br />3) I driver proprietari sono pacchetti normali contenuti nella cartella non-free<br />Esiste poi Codeina per eventualmente acquistare quelli Fluendo o scaricare quelli di PLF<br /><br />Ciao Ciao, Moreno</blockquote><br /><br />quella dei drivers proprietari (ati ed nvidia esclusi) è una cosa di cui si sente la mancanza, e ho riportato nel post precedente

OpenSUSE Member,Packman Packager, Education Project Admin, LXDE Project Admin
Powered by http://en.opensuse.org/HP_Pavilion_dv6855el

Ritratto di sevy72
sevy72
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 26/04/2006
Messaggi: 199

@anubis:

secondo me tutte le distro hanno un target diverso. Gli utenti da debian non chiedono quello che chiedono gli altri utenti da suse ecc...ecc...
Certo che se dovessi fare un server non mi sognerei mai di installare opensuse...fedora..o mandriva... così come se dovessi installare il linux ad un cosìdetto "bimbominkia" non metterei certo debian. Insomma dipende un pò dall' uso che se ne fa.

Poi ti assicuro che ogni distro ha pro e contro, ha pregi e difetti ...

Al lavoro ho ubuntu lts sui desktop e centos sui server , a casa ho un serverino con debian, una workstation con ubuntu 64 ed un portatile con opensuse, sistemi diversi per usi diversi... così riesco ad ottenere il massimo dalle mie macchine.

Ciao.

Ritratto di AL9000
AL9000
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 29/10/2005
Messaggi: 1277

Quote:

io adesso sto provando ubuntu in virtuale, ma non riesco a farmela piacere....

io ho deciso di buttarmi ed imparare ad utilizzare pure k/ubuntu...visto che è tanto diffusa, ho pensato, avrà i suoi pregi.

Così ora utilizzo in parallelo sia suse che kubuntu e, fatemelo dire, non riesco proprio a capire quale sia il motivo di tanto successo di ubuntu.

Concordo in pieno con le riflessioni di anubis.

Aggiungo che secondo me l'unico vero motivo della diffusione immane di questa distro è la pubblicità che gli è stata fatta.

Da lì, l'aumento a dismisura della comunità, della documentazione, di qualsiasi pacchetto uno voglia.

Ma non compensano affatto l'assenza di yast, del suo ordine e della (attuale) sua velocità.

In più, sarà perchè ancora è poco che uso kubuntu, ma mi sembra che in quanto a repo le cose siano molto più confusionarie: viene proposto come se bastassero 4-5 repo, poi scopri che "tutto il mondo è paese" ed anche là ti devi sbattere per capire quale repo devi avere per installare questo o quello, per aggiornare quell'altro ecc.

Insomma: ormai sono in ballo e ballerò, ma quando esce il mio bel camaleontone 11.2, piallo tutto e restituisco spazio e lustro alla mio distro del cuore.

In conclusione, se davvero ubuntu è migliore delle altre distro esistenti, mi terrò opensuse per tutta la vita: non teme rivali!

Chi è investito di un'autorità si trasformerà inevitabilmente, secondo una legge sociale immutabile, in un oppressore ed in uno sfruttatore della società. (M.A. Bakunin)

Ritratto di deckard
deckard (non verificato)
()

Io attualmente ho su due computer diversi Xubuntu 8.10 (athlon classico 1.3 giga + 256 ram del 2001 e pentium 6 600 + 192 ram del 1999). I vantaggi rispetto a OpenSuse + Xfce ci sono e sono principalmente:

- una maggiore cura di questo ambiente, almeno rispetto a suse 11.0
- una maggiore velocità. A parità di desktop utilizzato, *buntu è più veloce, almeno su hardware datato. Suse, onestamente, è un po' un mattone.
- se il server grafico non parte, comunque non ci si trova davanti ad un cursore, ma con un interfaccia grafica semplificata stile yast, si riesce ad avviare il sistema con driver generici

Poi i difetti che avete trovato ci sono e concordo. Aggiungerei una certa lentezza a correggere i bug, anche antipatici come l'impossibilità di installare i driver nvidia datati.
Poi, ho in virtualbox Mandriva e devo dire che mi piace molto, che mi è simpatica anche per questioni affettive (Mandrake, il primo amore), che mi sembra molto ben fatta, ma un po' son frenato ad usarla (imparare ad usarla) dal fatto che non ho ben capito che futuro avrà davanti.
Poi ho avuto altre esperienze sporadiche, ma senza particolari soddisfazioni.
Ciao.

Ritratto di deckard
deckard (non verificato)
()

Quote:

Aggiungo che secondo me l'unico vero motivo della diffusione immane di questa distro è la pubblicità che gli è stata fatta.

Questo certamente. Big Grin

Dimenticavo, sul mio primo computer, comunque ho sempre OpenSuse (11.0/64 , non l'ultima Wink )