openSUSE non rilascia una patch per "vizio di forma"

20 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Il team GNOME di openSUSE ha preparato una patch integrale per PulseAudio, che risolve problemi seri e meno seri che gli utenti incontrano tutti i giorni.

Purtroppo questa patch è stata respinta a causa di una policy interna di openSUSE, ormai obsoleta, secondo la quale solo aggiornamenti critici sono rilasciati.

Potete vedere la discussione relativa a questo bug qui:

https://bugzilla.novell.com/show_bug.cgi?id=412722

Sia io, sia alcuni altri membri della comunità ritengono che scelte come queste siano sbagliate e danneggino la distribuzione se i bug sono veramente fastidiosi, come nel caso di PulseAudio.

Alcuni membri del team GNOME ed io stiamo pensando di chiedere una revisione di questa politica di patching, che non sembra più essere adatta ad openSUSE, vista la qualità media della versione finale.

Se siete d'accordo, fatevi sentire presso la comunità openSUSE.

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di auris
auris
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 10/09/2004
Messaggi: 4923

Grazie della segnalazione.
Condivido in pieno il tuo pensiero.

Se sei stanco di virus e schermate blu passa a Linux

Ritratto di ferdybassi
ferdybassi
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 11/09/2005
Messaggi: 2668

Quote:

Purtroppo questa patch è stata respinta a causa di una policy interna di openSUSE, ormai obsoleta, secondo la quale solo aggiornamenti critici sono rilasciati.
Ciao

In linea di massima sono d'accordo... però posso capire la policy interna... Proprio oggi, in un'altro thread, ho cercato di spiegare come mai openSUSE (e le principali distro) non rilasciano aggiornamenti di versione ma solo aggiornamenti di sicurezza...
Il problema, secondo me, è a monte.
Mi spiego.
Le ultime releases di openSUSE sono uscite una volta con xorg in versione beta o RC (e comunque non stabile), una volta con pulseaudio che promette tanto, ma che è ancora un vagito, e con kde 4.0 che è tutto tranne che un desktop manager...
La mia domanda è: perchè fare queste cose?
Non dico di fare come Debian stable, che usa ancora OpenOffice 2.0, ma almeno di non mettere versioni beta o RC nei componenti critici della distribuzione...
Oppure, e qui ricadiamo nella richiesta di ap1978, se decidi di essere "cutting-edge", almeno cerca di essere disponibile a patchare almeno i componenti core della distro...

Ciao ciao

Amministratore di
www.it-opensuse.org

Ritratto di Alfio
Alfio
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 30/08/2005
Messaggi: 2678

Qualche tempo fa il padre del kernel avevo detto proprio questo che si dedicano troppo alla patch di sicurezza trascurando tra virgolette quelli fastidiosi.
Mi viene da pensare che all'occhio dell'utente alle prime armi i bug come questi fanno si che linux sia visto come un sistema da evitare.
Per il resto sono d'accordo con ap.
Ciao

Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Quote:

Alfio ha scritto:
Qualche tempo fa il padre del kernel avevo detto proprio questo che si dedicano troppo alla patch di sicurezza trascurando tra virgolette quelli fastidiosi.
Mi viene da pensare che all'occhio dell'utente alle prime armi i bug come questi fanno si che linux sia visto come un sistema da evitare.
Per il resto sono d'accordo con ap.
Ciao

Io comincio a pensare che ci siano distribuzioni da evitare, più che in generale Linux, che, a parer mio, per un utente alle prime armi non è mai stato pronto. Ma questo è off-topic Wink

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Quote:

ferdybassi ha scritto:
In linea di massima sono d'accordo... però posso capire la policy interna... Proprio oggi, in un'altro thread, ho cercato di spiegare come mai openSUSE (e le principali distro) non rilasciano aggiornamenti di versione ma solo aggiornamenti di sicurezza...
Il problema, secondo me, è a monte.
Mi spiego.
Le ultime releases di openSUSE sono uscite una volta con xorg in versione beta o RC (e comunque non stabile), una volta con pulseaudio che promette tanto, ma che è ancora un vagito, e con kde 4.0 che è tutto tranne che un desktop manager...
La mia domanda è: perchè fare queste cose?
Non dico di fare come Debian stable, che usa ancora OpenOffice 2.0, ma almeno di non mettere versioni beta o RC nei componenti critici della distribuzione...
Oppure, e qui ricadiamo nella richiesta di ap1978, se decidi di essere "cutting-edge", almeno cerca di essere disponibile a patchare almeno i componenti core della distro...

Io capivo la policy interna per SuSE Linux Professional (pre Novell), quando una distribuzione usciva con qualche bug ed era aggiornata per i soli problemi di sicurezza perché non ricordo di nessuna release della 9.x dove l'audio andava a sprazzi, il desktop manager era una sottospecie di beta, oppure X era una beta.

Questa politica non è applicata neppure più a SLE, dove gli SP forniscono upgrade delle principali applicazioni.

In openSUSE non ha ormai più senso di esistere, dato che più che una Gold Master riceviamo se va bene una beta, con tutti i problemi che ne derivano, e che, a differenza di Fedora e altre distribuzioni, non è aggiornata per correggerne le carenze.

Ovviamente in molti hanno chiesto in passato di cambiare questa regola, ma le richieste sono state ignorate.

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di ferdybassi
ferdybassi
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 11/09/2005
Messaggi: 2668

Quote:

ap1978 ha scritto:
In openSUSE non ha ormai più senso di esistere, dato che più che una Gold Master riceviamo se va bene una beta, con tutti i problemi che ne derivano, e che, a differenza di Fedora e altre distribuzioni, non è aggiornata per correggerne le carenze.

Sono d'accordo... Capisco sia il fastidio di un end user che si trova di fronte una beta, sia la decisione di Novell di dirottare, una volta uscita la gold master, le sue forze verso lo sviluppo della nuova versione.
E' un problema che secondo me si risolve in due modi:
- o ti impegni a garantire degli aggiornamenti (ma Novell non vuole farlo, per una sua decisione comunque rispettabile)
- oppure forse è il caso di rivedere le tue politiche di rilascio

Novell è forse interessata solo a SLE(S/D)? Lo dica chiaramente e spinga il team di openSUSE ad adottare una politica di sviluppo come quella di Debian:
- unstable per gli eroi e i temerari
- testing per un uso quotidiano, stabile più o meno come una beta (e cioè come l'attuale openSUSE...), ma che più o meno quotidianamente riceve anche gli aggiornamenti
- ogni tanto un bel freeze della testing per tirar fuori una gold master e per permettere a Novell di sviluppare la sua SLED in modo stabile e robusto...

Ciao ciao

Amministratore di
www.it-opensuse.org

Ritratto di simo99
simo99
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 02/11/2005
Messaggi: 224

Quote:

ferdybassi ha scritto:
Quote:
ap1978 ha scritto:
In openSUSE non ha ormai più senso di esistere, dato che più che una Gold Master riceviamo se va bene una beta, con tutti i problemi che ne derivano, e che, a differenza di Fedora e altre distribuzioni, non è aggiornata per correggerne le carenze.

Sono d'accordo... Capisco sia il fastidio di un end user che si trova di fronte una beta, sia la decisione di Novell di dirottare, una volta uscita la gold master, le sue forze verso lo sviluppo della nuova versione.
E' un problema che secondo me si risolve in due modi:
- o ti impegni a garantire degli aggiornamenti (ma Novell non vuole farlo, per una sua decisione comunque rispettabile)
- oppure forse è il caso di rivedere le tue politiche di rilascio

Novell è forse interessata solo a SLE(S/D)? Lo dica chiaramente e spinga il team di openSUSE ad adottare una politica di sviluppo come quella di Debian:
- unstable per gli eroi e i temerari
- testing per un uso quotidiano, stabile più o meno come una beta (e cioè come l'attuale openSUSE...), ma che più o meno quotidianamente riceve anche gli aggiornamenti
- ogni tanto un bel freeze della testing per tirar fuori una gold master e per permettere a Novell di sviluppare la sua SLED in modo stabile e robusto...

Ciao ciao

Quoto tutti e due in tutto. D'altra parte non siamo digiuni da questo tipo di problemi già dal tempo in cui è stata rilasciata la 10.0. Al tempo si diceva che la distribuzione aveva bisogno di maturare, ma alla fine ci si è resi conto ben presto del ruolo che Novell delega alla comunità. Cioè quella di fare da apripista per le sue versioni boxed (vi ricordate gli innumerevoli problemi di libzypp ai tempi della 10.1?). Nonostante questo da antico utilizzatore di mandrake raramente ho visto il kernel aggiornarsi come in SuSE, il buonissimo la voro fatto su Yast (in primis il gestore dei pacchetti) e devo anche ammettere gli innumerevoli sforzi che la comunità ha fatto per portarci fino alla attuale versione 11 che ha veramente poco da invidiare alle varie ...buntu e fedora la quale ad esempio ha anch'essa optato per introdurre KDE 4.0.X nella distribuzione emulando per così dire il comportamento di opensuse (io ad esempio KDE 4 non l'avrei proprio adottato nel dvd di opensuse lasciando agli audaci il compito di installarselo da soli).
A parte queste considerazioni (del tutto personali) chiedo a chi è un pò più avvezzo di indicare il modo in cui possiamo farci sentire e cercare di cambiare un pò le cose. Il problema è poi secondo me parzialmente arginabile, esistono i repository della comunità tipo GNOME, KDE ecc. si potrebbe rilasciare comunque detto aggiornamento su quei repository per il momento cercando di invitare gli utenti ad aggiornare il sistema.

Ciao
Simone

Ritratto di ap1978
ap1978
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 01/10/2004
Messaggi: 2972

Quote:

simo99 ha scritto:
(io ad esempio KDE 4 non l'avrei proprio adottato nel dvd di opensuse lasciando agli audaci il compito di installarselo da soli).

Si, ma da un certo punto di vista avere anche KDE 4 è utile per evitare un'integrazione fatta all'ultimo momento e per ricevere feedback dagli utenti che vogliono provarlo. In questo openSUSE ha scelto bene, lasciando KDE 3, nonostante le critiche non giustificate che sono state fatte.

Quote:

A parte queste considerazioni (del tutto personali) chiedo a chi è un pò più avvezzo di indicare il modo in cui possiamo farci sentire e cercare di cambiare un pò le cose. Il problema è poi secondo me parzialmente arginabile, esistono i repository della comunità tipo GNOME, KDE ecc. si potrebbe rilasciare comunque detto aggiornamento su quei repository per il momento cercando di invitare gli utenti ad aggiornare il sistema.

Allora chiariamo: l'aggiornamento verrà spezzato in due. La parte contentente aggiornamenti "critici" sarà rilasciata, mentre quella contenente aggiornamenti "non critici", anche se seri no.

Quanto all'uso di repository del build service io sono contrario. Una patch può far danni, e se proviene dal build service, il problema non sarà corretto, lasciando l'utente con il suo problema.

Se volete farvi sentire, aprite una discussione sulla mailing-list opensuse-factory (in Inglese) oppure utilizzate la chat per comunicare con coolo, che è colui che decide.

Due suggerimenti: non siate eccessivamente insistenti (hihi, ci penso già io ad essere oltremodo noioso), e non fatevi illusioni. Non sarà semplice ottenere il cambiamento di politica delle patch.

Ciao

ap Big Grin

Ritratto di ferdybassi
ferdybassi
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 11/09/2005
Messaggi: 2668

Quote:

ap1978 ha scritto:
oppure utilizzate la chat per comunicare con coolo, che è colui che decide.

Beh, con quel nick... siamo proprio a posto... Wink
Battutaccia da osteria...

Ciao ciao

Amministratore di
www.it-opensuse.org

Ritratto di simo99
simo99
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 02/11/2005
Messaggi: 224

Quote:

ferdybassi ha scritto:
Beh, con quel nick... siamo proprio a posto... Wink
Battutaccia da osteria...

In effetti...
:roll: :roll: :roll: