Problemi incomprensibili ed improvvisi

10 risposte [Ultimo messaggio]
Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Da qualche giorno il mio PC desktop ha iniziato a darmi una serie di problemi incomprensibili ed improvvisi.
Non so da cosa si siano generati, non so come risolverli, non li capisco: punto e basta.

Iniziamo:

1)
durante il boot, ogni tanto mi appare la scritta "hdc: lost interrupt"!!
Cioè il computer ha perso l'interrupt per gestire l'hdc??? E dove l'ha perso? E perché l'ha perso?
Il risultato di questo messaggio è che il boot si ferma e non prosegue più. Devo riavviare col pulsante di reset.
2)
ogni tanto, in fase di avvio, se non ho il c... ehm... la fortuna di avere l'interrupt perso, mi appare invece la comunicazione che il DMA per i dischi è disattivo. Entrato in Suse, aprendo Yast vedo che il DMA per l'hdc è spento. Lo riaccendo e tutto sembra a posto... fino al prossimo riavvio, quando come in una roulette russa sto alla sorte per vedere se perdo l'interrupt, mi si spenge il DMA oppure (grat grat) tutto fila liscio.
3)
da alcuni giorni mi è sparito lo splashscreen al boot: Grub mi dice che il file boot/message non è valido! Ma chi lo ha modificato? Boh... Chi lo ha toccato? Io no...
Fortunatamente, compare il menu testuale e da lì avvio lo stesso Suse.
Ho provato da Yast a reinstallare Grub ma non ho risolto nulla. Sembra che la reinstallazione si limiti a riscrivere i file di configurazione ma il file message (che dovrebbe contenere i dati dello splash, deduco) non viene rimesso...
4)
oggi avvio il sistema e... incredibile! Non ho perso l'interrupt né il DMA... navigo qualche minuto, poi riavvio il sistema e... nuovo problema. Non ho internet! Network manager è scollegato, eppure internet va, perché dal portatile navigo correttamente. Provo con Yast a riconfigurare la scheda di rete: nulla... non risolvo.
Decido di riavviare e....
5)
...grandissima novità!!! A metà del boot (ho l'abitudine di premere ESC per leggere i messaggi "di simpatia" che il kernel ultimamente mi dà) il sistema fa un biip dall'altoparlante ed inizia una pletora di comunicazioni dal kernel che mi dice che non può leggere il carattere "..." dal tal modulo (ovviamente tutti caratteri senza senso): comunicazioni che ad occhio e croce saranno una cinquantina. Non riesco a vedere qual è il modulo del kernel che dà questo errore perché la cosa è improvvisa e repentina, e poi perché il caricamento prosegue apparentemente senza altri problemi ed i messaggi del kernel mi spingono fuori dallo schermo questi errori.
Arrivo al login di KDE e riesco a loggarmi correttamente.. mah...

Alla fine dei salmi... ho tirato fuori il DVD con Fedora Core 6 che ho trovato in edicola il mese scorso ed ho provveduto ad un bel format.

Intanto mi "faccio la Fedora": se non mi trovo bene, posso sempre tornare al Camaleonte, no?

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Esperienza con Fedora conclusa dopo poche ore di utilizzo.
Mi mancano troppi tool della Suse (Yast è un vero tuttofare, non c'è che dire) e Fedora, poi, è ancora troppo Gnome-simpatizzante per i miei gusti.
La ricerca della distro perfetta non è però ancora conclusa.

Intanto ho rimesso la 10.2 perché ho delle cose da terminare e non posso rimanere fermo col PC per troppo tempo.
Quando sarò libero da impegni, proverò qualche altra distro, anche per farmi un po' di cultura di ciò che c'è oltre al Camaleonte.
Tolta Kubuntu (già provata: è fatta passare per più di quello che realmente è), mi ispirano Mepis (che cmq è basata sui pacchetti di Ubuntu), PCLinuxOS (mi piace il fatto che tenda ad avere tutti i pacchetti sempre all'ultima versione disponibile), Mandriva (ma sarà veramente così user-friendly come dicono?), ArkLinux (le specifiche sono veramente ricche). Mi solletica anche il progetto italiano Sabayon, ma ho timore poi di non trovare quella disponibilità di pacchetti che le distro più blasonate offrono.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di ZeroPerCento
ZeroPerCento
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 06/01/2007
Messaggi: 53

Quote:

leo72 ha scritto:
Esperienza con Fedora conclusa dopo poche ore di utilizzo.
Mi mancano troppi tool della Suse (Yast è un vero tuttofare, non c'è che dire) e Fedora, poi, è ancora troppo Gnome-simpatizzante per i miei gusti.
La ricerca della distro perfetta non è però ancora conclusa.

Intanto ho rimesso la 10.2 perché ho delle cose da terminare e non posso rimanere fermo col PC per troppo tempo.
Quando sarò libero da impegni, proverò qualche altra distro, anche per farmi un po' di cultura di ciò che c'è oltre al Camaleonte.
Tolta Kubuntu (già provata: è fatta passare per più di quello che realmente è), mi ispirano Mepis (che cmq è basata sui pacchetti di Ubuntu), PCLinuxOS (mi piace il fatto che tenda ad avere tutti i pacchetti sempre all'ultima versione disponibile), Mandriva (ma sarà veramente così user-friendly come dicono?), ArkLinux (le specifiche sono veramente ricche). Mi solletica anche il progetto italiano Sabayon, ma ho timore poi di non trovare quella disponibilità di pacchetti che le distro più blasonate offrono.

Ciao, nella mia esperienza ho provato Mandriva (sì è veramente user-friendly) , sabayon, Fedora, Ubuntu e derivate ma la distro che mi dà più sicurezza è proprio OpenSuse. Attualmente uso la 10.1 e devo dire che per le mie esigenze è la distro perfetta. Comunque opinione personale!! Laughing
Ciao!!

Laughing
W Linux!!!!!!!!!!!!

Ritratto di morphy
morphy
(Monster)
Offline
Monster
Iscritto: 22/12/2006
Messaggi: 267

provato ubuntu, gentoo, slackware e resto susiano ma soprattutto kdeiano

inoltre evviva la 10.2 che mi gira almeno due volte piu veloce della 10.1

(se non fosse per una bastarda scheda wifi...... )

leo72, sicuro che non sia un problema hw?

Intel Core i7 CPU Q 720 @ 1.6GHz / ATI MOBILITY RADEON HD 4650
openSUSE 11.4 (x86_64) / KDE 4.6.00 (4.6.0) "release 6"
Linux 2.6.37.1-1.2-desktop x86_64

Ritratto di JJ_Kame_R
JJ_Kame_R
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 06/12/2006
Messaggi: 143

Leo... tu hai un hd che ti sta abbandonando a mio avviso...

Tornando sulle distro io ho provato a fondo:
(parlo solo di quelle "recenti")

- Kubuntu (una schifezza, la peggior distro della mia vita)
- Ubuntu (carina ma nn gradisco apt e gnome)
- Xubuntu (minimalista, perfetta per il vetusto pc della mia donna a cui piace assai)
- Knoppix (buona per live e basta)
- Mandriva 2007 (user friendly ma inadatta per "Advanced Users")
- Gentoo (fantastica... ma che sbattimento...)
- Dreamlinux (bella grafica... e basta)
- SuSE 10.2 (stabile, veloce, affidabile).

Nn dico di aver trovato la mia distro perfetta... ma per il momento suse ha quello che cerco.
Ad ognuno la suo distro cmq... anche questo è bello del pinguino.

"Do or Do Not. There is No Try." - Master Yoda
Sabayon 3.3 (gentoo 4 president) - xp2400@3400+ - 7600gt XXX - 1,5gb RAM
"Penguin Prevails && Overruns!!!" - JJ_Kame_R

Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Finalmente qualche parola di conforto 8-)

Prima di tutto, voglio rispondere a JJ_Kame ed al suo più che lecito dubbio (dato che l'ho avuto anch'io).
Beh, posso dirti che sia durante la mezza giornata che ho provato FC6 sia con la reinstallazione della Suse 10.2 non ho più avuto nessun tipo di problema.
Tutto, ho paura, nasce dai problemi derivanti dal setup di Beryl (schermo bianco e cursore inesistente), che mi hanno costretto alcune volte ad un riavvio forzato della macchina ed ai successivi problemi derivanti dall'aggiornamento di X.org (di cui ho dato notizia anche qui), che mi avevano mandato in tilt il login di KDE (ed anche qui avanzavo a colpi di reset...).
I filesystem journaling sono sì meno sensibili agli errori da improvvisi blackout o riavvii forzati ma non sono certo invulnerabili ad essi.
Cmq, adesso ho rimesso tutto a posto.

Veniamo adesso alle distro.
Oggigiorno mi pare che la distro perfetta sia un'utopia. Un sacco di gente si alza la mattina e dice: "Toh, guarda che bel sole. Oggi voglio fare una distro nuova!". Se andate qui troverete una lista di ben 350 distribuzioni scaricate negli ultimi 12 mesi: alcune hanno 0 o 1 download... Insomma, un panorama assolutamente vasto.
Mi pare che tutti questi fork che nascono giornalmente non creino altro che confusione fra gli utenti e diluiscano le forze degli sviluppatori fra troppi progetti. Senz'altro concentrarsi su pochi di essi aumenterebbe enormemente il loro livello.

Premesso questo, posso riferire alcune impressioni sulle distro che ho provato, premettendo un'altra cosa: meglio KDE che Gnome.
Non lo so ma 'sto desktop proprio non mi piace.
Detto questo, Ubuntu/Kubuntu mi deludono: sono spinte molto dalla pubblicità, e la pubblicità di uno che ha un mucchio di soldi può essere molto convincente. Ma, all'atto pratico, di sostanza non è che ce ne sia molta. Tra Ubuntu e Fedora meglio quest'ultima, senz'altro. Peccato che gli sviluppatori spingano più Gnome che KDE, nonostante in fase di installazione si possa scegliere entrambi (con in più Xfce). Peccato, poi, che avviando la distro con KDE non si trovi (o non l'ho trovato io?) il tool che attiva Compiz semplicemente prendendo il pulsantino che si vede negli screenshot delle riviste.
Altre distro non le ho provate ma mi riprometto, in un futuro non troppo lontano e con pochi impegni a cui assolvere, di creare una partizione di test sul mio disco fisso... Laughing

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di JJ_Kame_R
JJ_Kame_R
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 06/12/2006
Messaggi: 143

Hai usato beryl dei repo immagino. Metti l'svn...

Per il resto ti quoto.

"Do or Do Not. There is No Try." - Master Yoda
Sabayon 3.3 (gentoo 4 president) - xp2400@3400+ - 7600gt XXX - 1,5gb RAM
"Penguin Prevails && Overruns!!!" - JJ_Kame_R

Ritratto di super82
super82
(Geek)
Offline
Geek
Iscritto: 16/12/2006
Messaggi: 61

come non quotare.per me dovrebbero esserci 5-6 distribuzioni.la situazione attuale è troppo confusa.non capisco perchè le società più diffuse come distribuzioni non creino un allenza e creino un solo sistema operativo:linux.inutile avere 10-100-1000 distribuzioni in cui cambia solo la barra e i programmi che ci sono dentro!

Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Anche il creare una sola distro non è giusto. Ne' troppo ne' troppo poco: in medium stat virtus, dicevano i Latini a significare che le vie di mezzo sono quelle più giuste.
Un panorama con una unica distro sarebbe disastroso: in pratica avremmo le sbarre di Windows anche noi.
Ma anche la situazione attuale non va bene: è troppo caotica.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...

Ritratto di ferdybassi
ferdybassi
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 11/09/2005
Messaggi: 2668

Io sono di questa idea:
- è impossibile impedire che uno qualsiasi si metta lì e, per curiosità, per voglia di imparare linux o per megalomania, si faccia la sua distro
- sarabbe però necessario creare una specie di demarcazione tra le distro fatte su alla buona e quelle che offrono supporto, aggiornamenti, repository, ciclo di vita chiaro, continuità, comunità alle spalle...
- già così verrebbe fuori che le distro "professionali" non sono più di cinque o sei: Debian, SUSE, Fedora, Mandriva, Ubuntu, Gentoo forse...
- tra le "one-man distro" un posto d'onore spetterebbe a Slackware, per ragioni di anzianità e altro...
- poi ci sarebbero le distro mirate, tipo i vari firewall Smoothwall, IPCop, etc... in un mondo a parte

Amministratore di
www.it-opensuse.org

Ritratto di leo72
leo72
(Guru)
Offline
Guru
Iscritto: 27/12/2004
Messaggi: 689

Condivido in pieno le tue idee.
Non è giusto (né impensabile) impedire a qualcuno di crearsi una distro tutta propria ma non possiamo però chiamarla Distro con la D maiuscala: al max. è un rimaneggiamento.
Le vere distro son quelle che hai detto: quelle che offrono supporto, aggiornamenti stabili, manuali ecc...
E che, cosa fondamentale, non sono basate su altre distro. Da questo punto di vista, la posizione di Ubuntu traballa, visto che è basata su Debian.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...