Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Ven, 09/03/2007 - 10:52

Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Inviato da capitanharlock 22 commenti

Non molto tempo fa era stato annonciato che linux avrebbe avutoin futuro drivers propietar.Bene ecco che ubuntu ha dato inizio alla nuova era .La nuova drsto che si chiamera Fiesty Fawn avra al suo interno già inclusi i drivers 3d per schede ati ed nvidia.Stando a qulo che si dice sul forum di ubuntu la distro in questione dovrebbe essere pronta per i primi di aprile.
Ecco il link clicca quihttp://ubuntista.wordpress.com/2006/11/18/ubuntu-704-avra-anche-drivers-proprietari/

Spero che novell per la 10.3 ci faccia un regalo mettendoci i drivers proprietari


In:



Commenti

Ritratto di leo72
#1

Inviato da leo72 il Mer, 14/03/2007 - 01:17.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Beh, se la libertà consiste nel poter installare anche software closed source, perché meravigliarsi allora se Ubuntu usa tale software? Ripeto: non è sbagliato secondo me il concetto, è sbagliato il modo di analizzarlo: non si può criticare una cosa che poi si fa.

E poi la questione del logo Firefox è differente: tutto è partito da Debian. E siccome Ubuntu deriva da (ma NON è) Debian, si è dovuta adeguare anch'essa. Che poi Ubuntu non sia tutto quell'oro luccicante che sembra siamo d'accordo entrambi, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...



Ritratto di claudio_koa
#2

Inviato da claudio_koa il Mer, 14/03/2007 - 02:00.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

non capisco che vantaggio c'è ad avere una distro con software proprietari non sarebbe più un sistema open source perchè mancherebbero dei sorgenti, avere un kernel con dentro driver nvidia o ati vuol dire avere un kernel source non completo, io non sono contro le cose proprietari io i driver nvidia li installo. una volta installata ci puoi mettere tutto il software proprietario che vuoi.
avere software proprietario di base nella distro a mio avviso porta più svantaggi che vantaggi.

Coltiva linux che tanto windows si pianta da solo



Ritratto di Daddenux
#3

Inviato da Daddenux il Mer, 14/03/2007 - 08:20.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Non per difendere Ubuntu, ma il logo di Firefox è regolarmente presente nella loro ultima release stabile.
Per il resto, non vorrei che si arrivasse a "scontri", invidie o gelosie tra distro.

Sarebbe la piu grossa sconfitta per Linux...

A. C. F. 1926

POWERED openSuse 10.2!



Ritratto di ferdybassi
#4

Inviato da ferdybassi il Mer, 14/03/2007 - 13:45.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Quote:

Prima vedo affermato che non si possono mettere in una distro Linux software proprietari closed source come i driver Nvidia, e poi leggo: "basta aggiungerli dopo."

Il fatto, da quello che so della GPL, è questo. Dato che il kernel è GPL, se distribuisci un modulo per il kernel devi poterne distribuire anche i sorgenti, altrimenti violi la GPL. Quindi una distro che distribuisce i drivers closed di nvidia o ati viola la gpl, perchè distribuisce un modulo del kernel senza poterne distribuire i sorgenti.
Attenzione, qui si parla di DISTRIBUIRE, cioè la cosa è rivolta a chi crea le distro, Novell, Ubuntu, etc...
Una volta che hai installato la tua distro in regola con la GPL, puoi mettere tutti i moduli closed che vuoi... L''importante è che a tua volta non li redistribuisci... La differenza è tra DISTRIBUIRE e INSTALLARE personalmente...
In questo modo si salvaguarda la libertà dell'utente finale, che può scegliere tra open e closed, e l'esistenza di Linux, che non può essere inglobato in una redistribuzione closed
Ecco perchè la cosa dei repo non-oss è perfettamente compatibile con la GPL.
Questo non significa che NON puoi in assoluto mettere software non-oss nella tua distro. Significa solamente che TUTTO il software che metti nella distrro e che SI APPOGGIA a software GPL (tipo un modulo del kernel, che senza il kernel non serve a una pippa...) deve essere GPL anche lui... Poi, se vuoi mettere Acrobat lo puoi fare: è un programma a se stante e non un modulo per il kernel...

Amministratore di
www.it-opensuse.org



Ritratto di barravince
#5

Inviato da barravince il Mer, 14/03/2007 - 14:46.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Ciao,
Ferdy ha spiegato perfettamente il caso Novell con SLED, Novell distribuisce il kernel open e tramite mirror fa installare i drivers proprietari, SOLO TRAMITE MIRROR e non li integra nella distribuzione, perchè se no violerebbero le proprietà del kernel!!
Mentre invece discorso diverso è per acrobat e real player.
Novell nei 5 CD di SLED integra i due sudetti programmi, ma avendo licenza commerciale, possono essere integrati.
Se capite questo sottile conceto, vi sarà chiaro allora perchè i player in SuSE non supportano nativamente mp3.

Vincenzo 8-)

P.S.:Mi sono riferito a SLED perchè è il caso che conosco meglio, non fate strani collegamenti Laughing



Ritratto di leo72
#6

Inviato da leo72 il Mer, 14/03/2007 - 17:41.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Scusate, non mi sono spiegato bene.
Voi stessi ammettete che nelle distro commerciali, per motivi di licenze pagate, si può mettere software closed source: e se Ubuntu, nella persona di Shuttleworth, paga la licenza per un software closed source (nella fattispecie i driver che si dice dovrebbero comparire nella Ubuntu 7.04) e poi non fa pagare l'utente finale per scaricare la sua distro?
Che situazione è questa?

Se Shuttleworth alzandosi una mattina è scivolato per terra ed ha battuto la testa ed è divenuto improvvisamente prodigo verso l'umanità più di quanto non lo è tutt'ora e decide di regalare la sua distro commerciale, dov'è la violazione della licenza GPL?
Non è forse come caso identico a Novell ed alla sua SLED? Novell paga una licenza e mette il software closed source nella SLED; Shuttleworth paga una licenza ma decide di regalare Ubuntu 7.04. Per me è la stessa identica cosa.

Leo.
------------------
Scegli software open-source: il mio sistema Suse Linux esegue OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird, The Gimp...



Ritratto di Daddenux
#7

Inviato da Daddenux il Mer, 14/03/2007 - 18:32.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Apparte il fatto che tali drivers NON dovrebbero essere compresi in Ubuntu 7.04, anche io la penso come Leo. Poi, posso sbagliare non essendo un esperto in materia, e se così fosse gradirei che qualcuno che ne sa qualcosa più di me, mi spiegasse la differenza.

A. C. F. 1926

POWERED openSuse 10.2!



Ritratto di ap1978
#8

Inviato da ap1978 il Mer, 14/03/2007 - 23:46.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Cerco di dare una mano alla chiarezza e a ferdy Smile

Novell non paga nessuna licenza per distribuire i driver nVidia e ati, perché nessuna licenza deve essere pagata per farlo.

Il divieto di distribuire il driver in forma di moduli del kernel è imposto dalla GPL.

Il modulo dei driver nVidia infatti, per essere compilato, include degli header del kernel, cioè parte del codice di questo, che è rilasciato con licenza GPL. Per poter distribuire il modulo interamente compilato, nVidia e ati dovrebbero fornire i sorgenti dei driver.

Novell ha trovato una soluzione legale, che rispetta la GPL e protegge i diritti di nVidia e ati: i KMP.

Non sono un esperto, ma a quanto ho capito, con i KMP la parte di codice che si interfaccia al kernel è isolata da quella strettamente proprietaria, permettendo di risolvere il problema legale.

Ciao

ap Big Grin



Ritratto di ap1978
#9

Inviato da ap1978 il Mer, 14/03/2007 - 23:56.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Quote:

Se Shuttleworth alzandosi una mattina è scivolato per terra ed ha battuto la testa ed è divenuto improvvisamente prodigo verso l'umanità più di quanto non lo è tutt'ora e decide di regalare la sua distro commerciale, dov'è la violazione della licenza GPL?

Il motivo è semplicissimo. La violazione è della GPL e non ha niente a che vedere con il pagare licenze, ma con l'uso di codice del kernel per compilare il modulo del driver.

Novell non paga assolutamente niente a nVidia e Ati, ci mancherebbe!

ap Big Grin



Ritratto di ferdybassi
#10

Inviato da ferdybassi il Gio, 15/03/2007 - 22:47.

Re: Arriva la prima distro linux con drivers propietari

Quote:

Voi stessi ammettete che nelle distro commerciali, per motivi di licenze pagate, si può mettere software closed source: e se Ubuntu, nella persona di Shuttleworth, paga la licenza per un software closed source (nella fattispecie i driver che si dice dovrebbero comparire nella Ubuntu 7.04) e poi non fa pagare l'utente finale per scaricare la sua distro?

No, bisogna distinguere tra software closed e software closed che è anche un modulo per il kernel. Per non violare la gpl tu puoi distribuire un kernel e i suoi relativi moduli SOLO se tutto è rilasciato sotto licenza gpl. Non puoi distribuire un modulo non gpl insieme ad un kernel. Quindi va bene mettere acrobat e robe varie dentro una distro, ma non i driver nvidia o ati perchè sono moduli del kernel. L'unica via legale è permettere all'utente finale che ha scaricato e/o pagato la distro di scaricarli, solo e unicamente per il suo sistema, da un repository. Torniamo al discorso di due o tre post fa: la differenza è tra distribuire e lasciare la libertà all'utente finale. Oppure, come dice Alberto, usare i kmp, che è la strada scelta di novell.

Amministratore di
www.it-opensuse.org